Capri Watch fashion & Accessories

Visite a musei e siti storici solo su prenotazione nei weekend: Penalizzate le guide

guida-turistica-22

Le disposizioni per la riapertura dei musei e dei siti archeologici penalizzano le guide turistiche. È quanto evidenzia il sindacato Flaica Cub della Campania attraverso una nota del segretario Marcelo Amendola. In particolare si punta il dito contro la decisione del governo di imporre la prenotazione online per le visite durante i fine settimana.

“La Flaica Cub Campania, si legge in una nota diffusa questa mattina – denuncia l’assurda ed incompressibile gestione dei musei decisa dal governo. I musei devono riaprire secondo il protocollo di sicurezza adottato prima della chiusura. La novità principale riguarda le aperture anche di sabato e domenica: come comunicato dal ministero della Cultura i musei potranno rimanere aperti anche nel fine settimana: si entrerà solo su prenotazione online o telefonica effettuata almeno nella giornata precedente”.

“Tutto questo è assurdo – aggiungono dal sindacato -. La categoria delle guide turistiche è in ginocchio, senza lavoro da ottobre 2019, l’unica possibilità di lavoro sarebbe nei weekend, e le persone che decidono di visitare un museo o un sito archeologico “last minute” non possono farlo. Tutto ciò è un controsenso: il venerdì si stabilisce il colore di una Regione, per cui non si ha la possibilità di programmare con tanto anticipo il weekend, ma per visitare un museo bisogna deciderlo in anticipo.

Siamo veramente il Paese di “Pulcinella”. Ma come fa il governo a parlare di rilancio del turismo con queste regole? Il primo maggio tanto atteso per le guide turistiche, molti turisti non hanno potuto accedere ai siti di Pompei ed Ercolano per mancanza di prenotazione dovendo rinunciare alla loro visita guidata. Come organizzazione sindacale – concludono dalla Flaica Cub Campania – siamo d’accordo con la prenotazione on line, ma ci poniamo una domanda molto semplice perché non poterla fare anche lo stesso giorno? Se bisogna dare un reale rilancio al turismo, bisogna prima volerlo veramente”.