Capri Watch fashion & Accessories

Caos su Amalfitana e Sorrentina. Abbac: Più trasporti pubblici

traffico-sorrentina

Con le riaperture decise dal Governo si formano lunghe colonne di auto, soprattutto nelle sere dei fine settimana, lungo le statali Sorrentina ed Amalfitana. Sono soprattutto i pendolari del mare ed i gitanti fuori porta che intasano le due arterie dopo aver trascorso il sabato o la domenica tra le spiagge o nei ristoranti delle località costiere. Per prevenire gli ingorghi l’Abbac, associazione delle strutture extralberghiere della Campania, ha inviato delle note ai prefetti di Napoli e Salerno chiedendo maggiori controlli sulla viabilità.

”Le auspicate riaperture e la riduzione degli orari del coprifuoco aumentano si la mobilità ma determinano ripercussioni gravi sul traffico ed anche a livello ambientale – sottolinea il presidente Abbac Agostino Ingenito –. Ecco perchè abbiamo chiesto ai prefetti di Napoli e Salerno di convocare tavoli di monitoraggio che consentano di verificare la situazione e determinare percorsi sostenibili. Il rischio altrimenti è il caos come si è già determinato nel corso degli ultimi fine settimana”.

La soluzione secondo Abbac potrebbe essere individuata aumentando la disponibilità di posti a bordo dei mezzi pubblici, compresi quelli che si muovono lungo le vie del mare. “Auspichiamo – prosegue Ingenito – la condivisione di obiettivi che consentano di trovare soluzioni per una mobilità sostenibile in grado di canalizzare i flussi e che consenta, in sinergia con le compagnie e società di trasporto pubblico, di risolvere il problema del contingentamento dei posti a sedere e di capienza massima. Ridotte corse e posti scoraggia l’uso dei mezzi pubblici, treni, bus e traghetti e determina l’aumento del traffico automobilistico con serie ripercussioni”.

“Occorre – conclude il presidente di Abbac – una sinergia istituzionale e con tutti gli attori in campo per guardare con ancora maggiore positività al rilancio turistico del nostro eccezionale territorio”.