Capri Watch fashion & Accessories

Alcol tra i minori, l’allarme del dirigente del commissariato di Sorrento

alcol-giovani-2

“Rileviamo un preoccupante aumento del consumo di bevande alcoliche ed anche di superalcolici da parte di ragazzi sempre più giovani”. Nicola Donadio, dirigente del commissariato di Sorrento, nelle ultime settimane ha avuto modo di riscontrare l’escalation del fenomeno attraverso le operazioni condotte dai suoi uomini. Questa l’intervista rilasciata a Il Mattino e pubblicata ieri.

L’ultimo episodio ha portato un ragazzino in ospedale.
“Ed è stato fortunato. Il 15enne deve la vita alla prontezza dei poliziotti che quando è svenuto perché ubriaco gli hanno immediatamente praticato la manovra per disostruire le vie aeree. Poi i medici hanno fatto il resto facendolo uscire dal coma etilico”.

Non si tratta di un caso isolato.
“Purtroppo no. In queste ultime settimane abbiamo riscontrato che tra i giovanissimi della costiera il consumo di alcol sta addirittura prendendo il sopravvento sull’assunzione di droghe. Lo confermano le operazioni compiute di recente con due locali di piazza Lauro sanzionati e chiusi per 5 giorni per vendita di bevande alcoliche fuori orario ed uno dei gestori denunciato per cessione di alcol a minori. Qualche giorno dopo tre ragazzine, tutte minorenni, sono state sanzionate, sempre in piazza Lauro perché consumavano alcolici all’aperto oltre le ore 22”.

Sono minori della zona?
“Si, del territorio della penisola sorrentina”.

Ritiene che il fenomeno possa essere ricondotto alla mancanza di controlli da parte di chi vende alcolici?
“Di sicuro non c’è la necessaria attenzione da parte di alcuni esercenti. Nel caso più recente abbiamo visto dai filmati delle telecamere di sorveglianza che l’addetto alla cassa del supermercato ha venduto una bottiglia di whisky ai ragazzini senza preoccuparsi di verificare la loro età”.

Comportamento omissivo che prevede sanzioni?
“Dopo la nostra denuncia può arrivare la chiusura dell’esercizio fino a tre mesi. Ma in caso di recidiva saremo già noi ad imporre lo stop immediato all’attività”.

Prevedete di intensificare i controlli per arginare il fenomeno?
“Già da qualche settimana prestiamo massima attenzione al consumo di alcolici da parte di minori e nelle prossime settimane saremo ancora più vigili. Abbiamo già predisposto anche controlli in borghese presso gli esercizi in modo da intervenire tempestivamente in caso di condotte illecite”.

Download on app storeDisponibile su Google Play