Capri Watch - Fashion Accessories

Una sanatoria per consentire l’apertura dei lidi di Marina Piccola

lidi-sorrento-12

SORRENTO. La nuova normativa che semplifica il rilascio delle autorizzazioni paesaggistiche in soccorso dei titolari e dei lavoratori dei lidi balneari di Marina Piccola. Potrebbe arrivare una sanatoria a consentire la riapertura degli stabilimenti della spiaggia di San Francesco in modo da garantire l’assunzione di circa 70 dipendenti stagionali.

lidi-balneari-sorrento

Le quattro strutture finite nel mirino della Procura di Torre Annunziata per una serie di irregolarità urbanistiche e ambientali, si sono viste respingere i progetti di ripristino dalla Soprintendenza ed ora rischiano di rimanere chiusi ancora a lungo. A bloccare la ripresa dell’attività sono gli abusi edilizi rilevati dalle forze dell’ordine: cabine, opere in cemento armato e tavolati, ma anche appartamenti, realizzati a pochi metri dalla riva e senza i permessi richiesti dalla legge.

Irregolarità che la Soprintendenza ha giudicato “non sanabili”, impedendo al Comune di emanare gli atti necessari per la riapertura dei lidi. Per aggirare l’ostacolo, quindi, il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, sta pensando di ricorrere alla nuova normativa che consentirebbe all’ente di piazza Sant’Antonino di rilasciare un permesso di costruire in sanatoria individuando così le strutture che possono essere conservate all’interno degli stabilimenti balneari e quelle che invece vanno demolite.

La strategia ipotizzata da Cuomo, della quale avrebbe discusso anche con il procuratore Silvio Pavia titolare dell’inchiesta sugli abusi degli stabilimenti balneari, potrebbe sbloccare la situazione consentendo ai titolari di riaprire le loro strutture ed ai lavoratori stagionali di prendere servizio.