Capri Watch - Fashion Accessories

Ucciso in Romania uomo originario della penisola sorrentina

antonio-sessa-polizia-omicidio

PIANO DI SORRENTO. Sarebbe stato ammazzato, a suon di botte, nella notte tra sabato e domenica in Romania probabilmente a causa di una donna contesa. La vittima è Antonino Sessa, un uomo di 65 anni originario di Piano di Sorrento e residente ormai da anni ad Ascea.

L’anziano si era recato a Vama, nel distretto di Suceava, per convincere una donna del posto, con cui avrebbe avuto una relazione quando lei era in Italia, a ritornare con lui. Qualcosa però non è andata nel verso giusto tra sabato e domenica, quando il pensionato italiano, giunto nel piccolo paese rumeno, sarebbe stato colpito dall’attuale compagno della donna e, quindi, deceduto a seguito delle lesioni provocategli dall’uomo.

In base alle prime ricostruzione potrebbe essere stata letale per il 65enne la caduta causata dai colpi inferti dal nuovo fidanzato della donna contesa, Revelino Plesa, che è stato fermato subito dopo l’accaduto e sottoposto agli arresti domiciliari dal Tribunale di Suceava per un mese, in attesa che si faccia maggiore chiarezza sull’accaduto.

Nei prossimi giorni la figlia della vittima raggiungerà la Romania con il suo legale per essere ascoltata dal magistrato. Intanto della vicenda si occupa anche l’ambasciata italiana. Secondo quanto riferito anche da alcuni media romeni, l’uomo, ex impiegato comunale a Roma, era giunto a Vama per convincere la donna a rientrare con lui nel Cilento. Da questo sarebbe nato l’alterco che ha portato al decesso.

Intanto, sul corpo di Antonio Sessa è stata eseguita anche l’autopsia. Si attendono ora i risultati che potrebbero essere determinanti per aiutare gli inquirenti a ricostruire la circostanza in cui è maturata la tragedia. Lo stesso fascicolo d’indagine dovrebbe arrivare a breve per rogatoria anche alla Procura di Roma.