Rete fognaria della penisola sorrentina, lavori in corso

condotta-fogna

PIANO DI SORRENTO. Aperto in piazza della Repubblica il primo cantiere per la separazione della fogna nera da quella bianca. Si tratta di un intervento concordato dall’amministrazione comunale e la Gori. Già programmati, inoltre, i lavori per l’adeguamento della rete fognaria nera, del collettore, dei sistemi di sfioro, delle griglie e dei pozzi di scarico che la società consortile ha intenzione di avviare già nelle prossime settimane in gran parte della penisola sorrentina.

In particolare, per quanto riguarda Piano di Sorrento, i lavori si concentreranno inizialmente sul pozzo nero situato all’incrocio tra corso Italia e piazza della Repubblica. Poi, fino al 20 settembre, gli operai saranno all’opera tra via Sant’Andrea, via delle Acacie, via Legittimo, rampe di Santa Teresa, via Gennaro Maresca, traversa corso Italia, via Ponte Orazio, via Mortora-San Liborio e via Cavottole. L’obiettivo degli interventi è quello di evitare che, in caso di forti piogge, le condotte vadano in tilt e sversino in mare acqua mista a liquami.

I lavori avviati dalla Gori si ineriscono in quelli che hanno preso il via già l’estate dello scorso anno, dopo che nel periodo ferragostano la raffica di divieti di balneazione fece accendere i riflettori sui problemi legati agli allacci illeciti tra fogna nera e fogna bianca oltre che sulla piaga dell’inquinamento marino in tutta la penisola sorrentina.

Negli ultimi mesi l’azienda ha eseguito numerosi interventi sul collettore fognario che collega Sorrento al depuratore di Punta Gradelle a Vico Equense. Ora, però, l’attenzione si concentra soprattutto sulla separazione tra fogne bianche e nere a Sorrento, in via Correale e in via Rota, ma anche a Sant’Agnello, in via Iommella Grande, e a Piano di Sorrento, lungo il corso Italia. A questi si aggiungono la rifunzionalizzazione dell’impianto di sollevamento di Marina Piccola, sempre a Sorrento, e i controlli sugli scarichi delle abitazioni e delle attività commerciali in gran parte della costiera.

Intanto, nel corso del convegno sulla tutela del mare svoltosi a Meta, sono stati illustrati gli interventi in programma nel prossimo futuro, a cominciare dalla sostituzione della condotta di scarico di Marina di Puolo, a Massa Lubrense, proseguendo con l’adeguamento della rete fognaria di Marina Piccola, a Sorrento, per finire con la separazione tra fogna bianca e nera in via Zancani, a Sant’Agnello.

La rifunzionalizzazione della rete fognaria della costiera sorrentina, infine, prevede l’adeguamento del sistema di sfioro in via Rivolo e sulla spiaggia di Alimuri, a Meta. Tutto finalizzato all’entrata in funzione del depuratore di Punta Gradelle, prevista per la fine dell’anno.