Capri Watch fashion & Accessories

Presentato il progetto di Punta Campanella per convivenza delfini-pescatori

delfini-puolo

In occasione della giornata mondiale dei delfini, l’Amp Punta Campanella ha partecipato al webinar Life Delfi. Un progetto finanziato dalla Commissione europea e coordinato dal Cnr-Irbim che vede tra i partner anche il Parco marino della penisola sorrentina e costiera amalfitana.

Il team del progetto ha illustrato gli obiettivi principali del Life: evitare i conflitti tra delfini e pescatori. Questi ultimi, infatti, lamentano danni economici e alle attrezzature per la troppa presenza di delfini che cercano cibo vicino alle reti. Un conflitto pericoloso soprattutto per i delfini che rischiano di ferirsi o anche morire per i danni provocati dagli attrezzi da pesca.

Le segnalazioni sono in costante aumento negli ultimi anni. La lotta per accaparrarsi risorse sempre minori è destinata a crescere con la riduzione degli stock ittici. Il 74% dei pescatori intervistati ha segnalato un incremento della presenza dei delfini e interazioni sempre più frequenti. Ma una convivenza è possibile.

Con LifeDelfi saranno installati a breve dei dissuasori sonori, chiamati Pinger, sulle reti da pesca in penisola sorrentina. I dissuasori sonori di nuova generazione, assolutamente innocui per i mammiferi marini, sono interattivi e si attiveranno soltanto in presenza di delfini, tenendoli lontani dalle imbarcazioni e dai pericoli.

Previsto anche l’impiego di deterrenti visivi, una novità per i nostri mari. Il progetto prevede anche rescue team, squadre di soccorso in caso di delfini feriti o spiaggiati e una serie di azioni di informazione e sensibilizzazione sia per i pescatori che per l’opinione pubblica.

“Pesco da 30 anni nella zona dell’Amp di Punta Campanella- ha detto il pescatore Antonio Gargiulo in una videointervista andata in onda durante il webinar Life Delfi – e la situazione con i delfini è sempre più difficile. Subiamo danni alle attrezzature e ingenti perdite in termini di pescato. Siamo quindi pronti a collaborare per questo progetto, sperando che si possa risolvere il problema e allo stesso tempo tutelare i cetacei”.

“I delfini sono una grande ricchezza per i nostri mari e vanno assolutamente tutelati – sottolinea il presidente dell’Amp Punta Campanella, Lucio Cacace -. Allo stesso tempo però, dobbiamo cercare di evitare questo possibile conflitto con i pescatori che in altre parti d’Italia è già esploso con conseguenze nefaste per tutti. La convivenza è possibile e noi faremo la nostra parte per renderla efficace”.