Occhio ai falsi operatori Gori

truffa

SORRENTO. “Nessun operatore della Gori può riscuotere denaro dagli utenti”. A ribadirlo è la stessa azienda che gestisce il servizio idrico in gran parte della Provincia di Napoli. La nota arriva dopo che, nei giorni scorsi, alcune persone si sono finte dipendenti della società chiedendo denaro ad anziani utenti tra Meta e Sorrento. Episodi che hanno generato allarme in tutta la penisola sorrentina, spingendo l’azienda a fare chiarezza.

“Nessun dipendente della Gori o di altre società incaricate è autorizzato a riscuotere somme per qualsiasi motivo – si legge nella nota – In caso di simili richieste, si invita a denunciare questi comportamenti illeciti alle forze dell’ordine”. La Gori chiarisce anche le modalità di pagamento: bollettino postale o bonifico bancario, prelievo dal conto corrente oppure agli sportelli commerciali della sede di Ercolano.

Nei giorni scorsi, i finti operai della Gori avevano bussato alla porta di alcuni utenti chiedendo denaro in cambio di uno sconto sugli arretrati da pagare. La richiesta era stata avanzata anche a una vedova 84enne di Sorrento che vive in un condominio del centro. Su consiglio della figlia, però, l’anziana aveva chiuso la porta in faccia ai falsi operatori della Gori per poi dare l’allarme a tutto il vicinato.