Capri Watch fashion & Accessories

Vendita Isca, Amp Punta Campanella vuole far valere la prelazione

isca-isola

L’Area marina protetta di Punta Campanella si attiva per far valere il diritto di prelazione nella compravendita dell’isolotto de l’Isca appartenuto al grande attore e drammaturgo Eduardo De Filippo. La scorsa settimana si è diffusa la notizia dell’acquisto da parte degli imprenditori di Positano Giacomo Cinque e Riccardo Ruggiti proprietari dell’Antica Sartoria. A vendere gli eredi di Luca, il figlio di Eduardo.

Perché l’operazione possa dirsi conclusa bisogna però, attendere che trascorrano 90 giorni, lasso di tempo entro il quale il Parco di Punta Campanella può chiedere di subentrare nella trattativa e diventare proprietario dello scoglio che sorge tra i golfi di Napoli e Salerno, nello specchio d’acqua del Comune di Massa Lubrense.

Perché ciò avvenga è necessario mettere sul piatto la stessa cifra pagata dagli acquirenti, vale a dire 10 milioni e 500mila euro. Esborso che non è alla portata dell’Amp e per questo nei giorni scorsi dalla sede di Massa Lubrense è partita una lettera indirizzata al ministero della Transizione Ecologica per informare dell’accordo raggiunto tra gli eredi De Filippo e gli imprenditori della Costiera Amalfitana e chiedere di valutare l’ipotesi di finanziare l’acquisto dell’isolotto.

In attesa delle decisioni del ministro Roberto Cingolani e dei suoi collaboratori, il presidente del Parco, Lucio Cacace, non è rimasto con le mani in mano ed ha già avviato una serie di contatti con gli acquirenti che si sono detti disponibili per collaborare nella tutela dello scoglio e del mare prospiciente, anche con alcune idee di progetti ecosostenibili.

Comunque vada la salvaguardia de l’Isca e dello specchio di mare che la circonda sarà garantita visto che ricade in “zona B” dell’Area marina di Punta Campanella dove sono in vigore numerosi divieti tra i quali quelli di navigazione, di ancoraggio e di pesca, tranne per chi è in possesso dell’autorizzazione rilasciata dall’ente. C’è sintonia anche sulla tutela del gabbiano corso, specie protetta che nidifica proprio sull’isolotto.

Ora la palla è nelle mani dell ministero che deve valutare l’opportunità o meno di far valere il diritto di prelazione finanziando l’acquisto de l’Isca da parte del Parco di Punta Campanella.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play