Capri Watch fashion & Accessories

Sorrento si fa conquistare dalla cucina del Sol Levante

cucina-giapponese

SORRENTO. Orientale. Messicana. Thailandese. Spagnola. Oppure peruviana. Anche la cucina ha le sue mode, che cambiano di continuo, offrendo sempre nuovi spunti a chef e nascenti food blogger. Obiettivo: invadere il mondo con nuove culture per generare tendenze. Ed ecco che ogni nuova apertura viene seguita con attenzione da esperti del settore e non, quasi come una sfilata di alta moda.

E mentre il Made in Italy all’estero diventa sempre più forte, nel Belpaese si aprono le porte a Starbucks, Sushi e Tapas Bar. Un fenomeno che da decenni riscuote sempre più successo. Perché, in fondo, le tradizioni restano e vanno tutelate ma c’è bisogno di novità per crescere.

E così la cucina nipponica, forse un po’ “in ritardo” rispetto alla tabella di marcia, sbarca anche a Sorrento. Due nuove aperture si affiancheranno a Shabu, inaugurato già lo scorso maggio in piazza Angelina Lauro. Da Pompei arriva Misaki mentre JJapanase, dopo Portici e Napoli, sceglie la splendida cornice dell’Hilton Sorrento Palace come sua nuova dimora.

All’orizzonte dunque si prospetta una quasi rivoluzione nel panorama culinario della costiera, avviata ancora una volta da giovani imprenditori napoletani, forse più aperti alle innovazioni. Perché nella terra dove il mare luccica, mangiare bene rispettando la tradizione è una sorta di culto, un diktat a cui è impossibile rinunciare, soffocando il settore turistico che annaspa quando si tratta di offrire alternative valide ai classici gnocchi alla sorrentina o ravioli alla caprese.

Eppure nella classifica stilata da Yelp nel 2016 – sito e app di recensioni di qualità per cercare ristoranti, servizi e negozi – il sushi risulta essere anche in Italia il piatto più ricercato dai clienti. Addirittura superando anche la pizza. Il Sol Levante sbaraglia tutti a suon di bacchette aggiudicandosi il podio per la sua genuinità e la sua ricca offerta, che prevede non solo sashimi e rolls, ma anche spezie e sapori nuovi, come il Ramen, nuovo must nel panorama culinario milanese.

I gusti cambiano, le mode avanzano anche nel mondo del food e i fervidi tradizionalisti rischiano di diventare una sorta di setta in una realtà come Sorrento che ospita tre milioni di persone ogni anno e necessità di un pizzico di innovazione.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play