Capri Watch fashion & Accessories

Rifugiati ucraini ospitati nell’ex seminario di Vico Equense

chiesa-annunziata-vico

Si chiama “TendiAmo la mano“, il progetto avviato dall’Unità Pastorale di Vico Equense, presieduta da don Ciro Esposito, che prevede l’accoglienza di nuclei familiari provenienti dall’Ucraina. Le parrocchie della città della costiera sorrentina hanno fatto richiesta di alloggio, per le famiglie rifugiate, presso l’ex seminario di Vico Equense e l’arcivescovo, monsignor Francesco Alfano, ha approvato sin da subito l’idea progettuale. Le famiglie saranno ospitate presso il secondo piano della struttura.

“Siamo operativi da lunedì scorso, sin da subito si è attivata una forte rete territoriale, grazie all’aiuto di operai e parrocchiani stiamo allestendo tutto il piano per dare massima autonomia alle famiglie – racconta Gianluigi Persico, responsabile del progetto e vice parroco della chiesa Santi Ciro e Giovanni –. Avranno a disposizione una lavanderia, una cucina ed una stanza giochi per i più piccoli, desideriamo offrire loro un’ambiente indipendente, che possa favorirli nel ricreare quel nucleo familiare di cui hanno bisogno”.

L’iniziativa è sostenuta dalle parrocchie di Vico Equense. Al momento è già presente sul territorio una famiglia di 5 persone che entrerà in casa proprio questo weekend. L’unità pastorale di Vico Equense, per la gestione progettuale e le successive accoglienze è in costante collegamento con la Caritas Diocesana ed il direttore don Mimmo Leonetti.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play