Capri Watch fashion & Accessories

Progetti utili alla collettività, in penisola sorrentina impegnati 225 percettori del Reddito di cittadinanza

puc-reddito-di-cittadinanza

L’Azienda Speciale Consortile per i Servizi alla Persona “Penisola Sorrentina”, in linea con il dettato normativo in tema di Reddito di Cittadinanza, ha programmato, per 225 percettori della misura di sostegno residenti nell’Ambito Territoriale Napoli Trentrè, una somma di 90mila euro, a valere sulle risorse della Quota Fondo Povertà 2019, per l’attuazione dei Progetti Utili alla Collettività (Puc), avviando una collaborazione con i Comuni della penisola sorrentina.

Nell’ambito del Rdc, all’interno dei Patti per il lavoro e/o per l’Inclusione Sociale, è previsto per i beneficiari della misura, lo svolgimento dei Progetti Utili alla collettività (PUC) nel proprio Comune di residenza per almeno 8 ore settimanali, aumentabili fino a 16 ore.

Attualmente nell’ Ambito Territoriale Napoli Trentrè, i Progetti Utili alla collettività (PUC) sono partiti su cinque Comuni della Penisola Sorrentina, e sono così realizzati:
Dal Comune di Meta i Progetti Utili alla Collettività (PUC) sono stati realizzati in ambito Culturale, Sociale ed Ambientale ed hanno coinvolto n.30 utenti beneficiari del Reddito di Cittadinanza, prendendo il via nel mese di ottobre 2021.
Dal Comune di Sant’Agnello i Progetti Utili alla Collettività (PUC) sono stati realizzati in ambito di tutela dei Beni Comuni Ambientale ed hanno coinvolto n.20 utenti beneficiari del Reddito di Cittadinanza, prendendo il via nel mese di dicembre 2021.
Dal Comune di Sorrento i Progetti Utili alla Collettività (PUC) sono stati realizzati in ambito Culturale ed Ambientale ed hanno coinvolto n.45 utenti beneficiari del Reddito di Cittadinanza, prendendo il via nel mese di ottobre 2021.
Dal Comune di Vico Equense i Progetti Utili alla Collettività (PUC) sono stati realizzati in ambito Culturale, Sociale, Ambientale e Formativo ed hanno coinvolto n.58 utenti beneficiari del Reddito di Cittadinanza, prendendo il via nel mese di gennaio 2022.
Dal Comune di Massa Lubrense i Progetti Utili alla Collettività (PUC) saranno realizzati in ambito Ambientale e coinvolgeranno n.8 utenti beneficiari del Reddito di Cittadinanza, e prenderanno il via nel mese di settembre 2022.

Ai fini della piena attuazione della misura di contrasto alla povertà, denominata Reddito di Cittadinanza, l’Azienda Speciale Consortile ha avviato inoltre, insieme al Centro per l’Impiego Cpi, una proficua collaborazione che ha portato alla sottoscrizione di un Protocollo d’Intesa la cui finalità è quella di mettere in atto interventi personalizzati di consulenza, orientamento, monitoraggio, attivazione di una rete integrata di interventi e prestazioni sociali, accompagnare il beneficiario verso l’autonomia e il reinserimento nella società superando quei fattori di vulnerabilità che ne hanno determinato l’esclusione, costituire risposte flessibili, per ogni singola istanza e a ogni singolo bisogno accertato dei beneficiari con lo scopo di creare una rete istituzionale e comunitaria che abbia come finalità la crescita del benessere sociale del territorio con azioni, di contesto e di merito, volte allo sviluppo complessivo del territorio.

Il Centro per l’Impiego di Sorrento ha inoltre comunicato all’Azienda Speciale Consortile il miglioramento della condizione contrattuale di alcuni beneficiari del Rdc che, a seguito della richiesta di partecipazione ai Progetti Utili alla Collettività, da parte delle Assistenti Sociali dei Comuni, hanno ottenuto un incremento delle ore di lavoro, cosi da arrivare alle 20 ore di attività lavorativa, oppure le 25 ore settimanali, aggiungendo il tempo impiegato per raggiungere il posto di lavoro, previste dalla normativa Ciò ha portato ad un miglioramento della condizione lavorativa di partenza, portando ad un benessere economico e sociale al singolo, ed anche al nucleo familiare.

L’intero sistema, gestito anche grazie alla Piattaforma ministeriale GePI, utilizzata dall’Azienda Speciale Consortile, dagli Uffici Anagrafe e dagli Uffici Servizi Sociali dei Comuni della Penisola Sorrentina ha generato un interscambio di informazioni sui dati riferiti ai beneficiari del Reddito di Cittadinanza e reso così possibile effettuare controlli da parte delle forze preposte, che ha evidenziato l’efficacia e l’efficienza di un sistema complesso che ha comportato un lungo lavoro da parte di tutti gli operatori coinvolti.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play