La Campania e Sorrento in mostra al Wtm di Londra

albero-piazza-tasso-2021

La Regione Campania con il suo ampio ventaglio di proposte culturali che si dispiegano fra importanti mostre di caratura internazionale, musei fra i più visitati al mondo e siti archeologici ricchi di tesori unici, è protagonista in questi giorni al World Tourism Market di Londra, la più importante vetrina internazionale del settore turistico.

Rosanna Romano, direttore generale Politiche per il Turismo e la Cultura, intervenendo ad un evento dedicato agli operatori del settore ha presentato il ricco calendario di mostre in programma nella Regione nel 2023 sostenute e promosse da Palazzo Santa Lucia. “Un’offerta di grande qualità – ha sottolineato – progettata e proposta per rendere fruibile il vasto patrimonio artistico campano e offrire ai cittadini campani e ai turisti e viaggiatori nazionali ed internazionali, occasioni di scoperta e crescita culturale di pregio”.

Al Museo Archeologico di Napoli in programma tre grandi eventi “I Bizantini. Alba e tramonto di un Impero”,“Alessandro Magno e l’Oriente” e “Picasso al Mann”; a Capodimonte saranno allestite “La scoperta del Rinascimento. Artisti spagnoli a Napoli nel primo Cinquecento” e “Ansel Kiefer. Lo spirito del tempo” mentre al Museo Madre in collaborazione con la Fondazione Morra Greco si potrà ammirare “Jimmie Durham Humanity is not a completed project” e le sale di Palazzo Reale ospiteranno “Caravaggio e i Caravaggeschi”; e altri importanti allestimenti artistici saranno fruibili in diversi musei campani.

“I dati sui flussi turistici in Campania ci fanno guardare al futuro con ottimismo – ha commentato, intervenendo da remoto l’assessore regionale al Turismo, Felice Casucci – ci fanno sperare di poter capitalizzare i risultati conseguiti come un laboratorio nel quale elaborare nuove strategie di integrazione dell’offerta turistica regionale, che si caratterizza per il suo pluralismo. I nostri “turismi” travalicano le destinazioni classiche e famose, generando una serie di possibilità alternative declinate come itinerari territoriali, riguardanti soprattutto le aree interne, finanziati per raccontare una storia composita dal punto di vista culturale, enogastronomico e naturalistico”.

“Il fine da raggiungere – ha concluso l’assessore – è quello di una effettiva coesione economica e sociale. Il grande impatto “visivo” delle bellezze campane è accresciuto da produzioni cinematografiche e televisive ispirate dalla grande letteratura campana. Particolare attenzione riserviamo al turismo del saper fare legato alle tradizioni artigianali, da quelle presepiali alle lavorazioni del corallo, dalle ceramiche alla sartoria”.

Agli eventi del Wtm londinese ha contribuito la partnership con Federalberghi Penisola Sorrentina, rappresentata dal presidente Costanzo Iaccarino che oltre a presentare “Mi illumino d’Inverno” il programma di manifestazioni natalizie a cura del Comune di Sorrento, ha tratto un bilancio: “Questa vetrina internazionale è particolarmente importante per il turismo della penisola sorrentina, territorio da sempre accogliente con gli ospiti internazionali che la scorsa estate sono arrivati da noi da ben 100 Paesi diversi”.

“Grande successo qui – ha concluso con soddisfazione – per il cooking show dove i nostri chef Pasquale di Meglio e Pasquale Viola, introdotti da Maria Elena Rossi, direttore marketing di Enit, hanno deliziato i palati dei presenti illustrando e preparando in diretta due piatti tipici della nostra tradizione enogastronomica, la classica frittata di spaghetti e la pasta e patate in versione contemporanea rifinita con astice e zeste di limone”.

L’area espositiva della Regione Campania organizzata su 150 mq ha ospitato 40 operatori turistici tra privati ed istituzionali.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play