Capri Watch fashion & Accessories

Dal Comune di Sorrento aiuti alle microimprese

facciata-comune-sorrento

Sostenere i titolari o i collaboratori di microimprese attive nel settore del commercio ed in quello dei servizi, comprese quelle artigianali, che si trovino in difficoltà economiche a causa dell’emergenza provocata dal Covid-19. È l’obiettivo del bando lanciato dal Comune di Sorrento che assegna a coloro che hanno i requisiti un contributo a fondo perduto che può arrivare ad un massimo di 1.000 euro. Misura per la quale l’amministrazione del sindaco Massimo Coppola ha stanziato 50mila euro, salvo eventuali ulteriori finanziamenti.

Per ottenere il sostegno bisogna essere residenti a Sorrento e rivestire il ruolo di titolare o collaboratore di microimprese, vale a dire aziende che abbiano un numero di occupati inferiore a 10 ed un fatturato annuo oppure un totale di bilancio non superiore a 2 milioni di euro. Il reddito d’impresa per l’anno 2020 deve essere stato inferiore ai 35mila euro. L’attività, inoltre, deve avere una unità locale nel territorio del Comune della Costiera che fosse operativa alla data del 30 giugno 2020.

L’avviso predisposto dal dirigente Donato Sarno esclude le microimprese che già abbiano beneficiato di altri contributi comunali ed anche Ncc e taxi e quelle che non siano in regola con il pagamento dei tributi comunali. Le domande per accedere al contributo vanno inviate entro il 2 novembre esclusivamente via mail all’indirizzo protocollo@pec.comune.sorrento.na.it. L’erogazione del contributo a fondo perduto sarà effettuata mediante accredito sul conto corrente intestato all’azienda indicato nella domanda.

Il Comune di Sorrento e i competenti organi di controllo nazionali e regionali potranno effettuare i dovuti controlli, anche a campione, circa la veridicità della documentazione prodotta e delle dichiarazioni sostitutive rese ai fini della partecipazione all’avviso.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play