Capri Watch fashion & Accessories

Bagnanti a caccia della prima tintarella in penisola sorrentina

primi-bagnanti-2021-sorrento

Primo weekend primaverile con sole e temperature gradevoli: si ripopolano le spiagge della penisola sorrentina. Qualcuno si è anche avventurato in mare per il primo bagno della stagione (in pochi a dire il vero), in tanti, però, già ieri si sono riversati sugli arenili della costiera. Soprattutto nel pomeriggio quando sono comparsi amanti della tintarella insieme a tante famiglie con bambini ansiose di fare una passeggiata e godere di qualche ora di relax respirando la brezza marina.

primi-bagnanti-2021-sorrento-3

Quadro che si poteva ammirare soprattutto lungo la costa di Meta, la località del comprensorio peninsulare che può vantare le spiagge più ampie. In molti, però, hanno scelto anche il litorale di Massa Lubrense, dove è possibile coniugare la buona tavola ai colori del mare cristallino, come avviene, ad esempio, nella zona di Marina del Cantone.

Il sole che ha cominciato finalmente a splendere deciso ed a donare un tepore quasi estivo alla costiera sorrentina ha favorito anche la riapertura dei lidi. Tra il fine settimana del primo maggio e ieri quasi tutti gli stabilimenti balneari hanno ripreso l’attività. Non sono mancati i primi clienti tra i ristoranti e le spiagge, mentre le prospettive sembrano essere incoraggianti per la stagione ormai alle porte.

primi-bagnanti-2021-sorrento-2

“Di sicuro non può essere peggio dello scorso anno”, conferma al Mattino Paola Montanari che, insieme al marito Giancarlo Leonelli, gestisce il Peter’s Beach alla Marina Piccola di Sorrento. “Penso che dobbiamo vedere il bicchiere mezzo pieno – aggiunge – perché non possiamo solo stare a lamentarci. Noi lavoriamo principalmente con i residenti e devo dire che tutti i nostri clienti più affezionati hanno già confermato i servizi e le cabine anche per la prossima estate”.

Anche sul settore della balneazione pesano, ovviamente, i dubbi legati all’arrivo dei turisti stranieri. “È vero – ammette Paola Montanari-Leonelli – ma dobbiamo saperci accontentare. È necessario che teniamo presente che, per poter rispettare le norme anti contagio Covid e garantire il necessario distanziamento sociale tra gli ospiti delle nostre strutture, siamo stati costretti a ridurre la capacità ricettiva del 40 per cento circa tanto lo scorso anno quanto adesso”.

primi-bagnanti-2021-sorrento-1

Regole che hanno portato ad una consistente riduzione del giro d’affari. Nonostante ciò i lidi balneari della penisola sorrentina fanno il possibile per garantire i livelli occupazionali precedenti lo scoppio della pandemia. “Abbiamo gli stessi dipendenti di due anni fa – chiarisce la titolare del Peter’s Beach di Marina Piccola – anche se siamo costretti ad assumerli esclusivamente con contratti mensili. Non possiamo permetterci di farci carico dei costi del personale relativi a 24-25 persone con l’incertezza che regna in questo periodo. Nel malaugurato caso il governo dovesse imporre nuove restrizioni o, peggio ancora, un lockdown, come potremmo garantire loro gli stipendi? L’unica soluzione – conclude Paola Montanari – è quella di rinnovare loro i contratti mese per mese sperando di arrivare a fine estate”.