Capri Watch fashion & Accessories

Ascensore per la marina di Piano di Sorrento ancora out, botta e risposta sindaco-opposizione

ascensore-marina-cassano

Diventa motivo di scontro politico il perdurare della chiusura dell’ascensore per la Marina di Cassano di Piano di Sorrento. Impianto che doveva rimanere fuori servizio per una ventina di giorni a partire dal 12 luglio scorso, ma che ad oggi è ancora out. Una situazione che ha provocato la levata di scudi dell’opposizione in Consiglio comunale con la nota di Antonio D’Aniello e Salvatore Mare alla quale ha replicato il sindaco Vincenzo Iaccarino.

“L’ascensore di Marina di Cassano è il classico esempio di scelta e tempismo sbagliato da parte degli amministratori della città che si risolve in un clamoroso disagio per i cittadini e le imprese del luogo, già provate dall’emergenza Covid – scrive la minoranza in una nota -. La verifica degli impianti viene effettuata con cadenza decennale, nessuno si è preoccupato di controllare che la data andasse proprio a cadere nel periodo estivo. Eppure negli ultimi due anni, abbiamo vissuto lunghi periodi di chiusura, dove il disagio sarebbe stato sicuramente minore.

avviso-chiusura-ascensore-marina-cassano

L’avviso di chiusura e la nota del funzionario – prosegue l’opposizione – informava il 12 luglio che i lavori sarebbero durati circa 20 giorni. Ad oggi 4 agosto, l’ascensore risulta ancora chiuso. Al danno si aggiunge la beffa della corsa sostitutiva effettuata da un solo autobus a servizio continuo dalle 8 alle 20, che porta circa 20 persone. Nel periodo estivo l’ascensore trasporta migliaia di persone in un mese, capirete che la differenza è sostanziale.

Infatti le critiche e le lamentele in questi giorni, si sono fatte molto forti, sia da parte dei residenti che dei fruitori della spiaggia. Quello che troviamo assurdo in tutta questa vicenda – concludono D’Aniello e Mare – è il silenzio assordante degli amministratori comunali, che sono molto veloci a fare foto di rappresentanza sotto la Bandiera Blu, ma altrettanto veloci a scomparire di fronte ad un problema creato da loro stessi. Almeno chiedessero scusa”.

A stretto giro la replica del sindaco Iaccarino: “Da sabato la navetta interna sostitutiva dell’ascensore prolunga il servizio fino alle 24. Purtroppo la sospensione del servizio è stata determinata dalla necessità di svolgere i controlli per la sicurezza che sono una priorità a tutela dell’incolumità pubblica. Le polemiche sono del tutto strumentali perchè c’è un servizio bus pienamente funzionante. Inoltre certe considerazioni sembrano prescindere dai tanti problemi insorti con la pandemia che hanno avuto un inevitabile riflesso su tutte le attività degli enti locali con ritardi in attività che si stanno recuperando”.

Download on app storeDisponibile su Google Play