Spiaggia SuperAbile il report sulle barriere in penisola sorrentina

barriere-architettoniche-11

Pronta la mappa delle spiagge della costiera sorrentina impossibili da raggiungere per i portatori di handicap, ma anche per genitori con carrozzini ed anziani che hanno difficoltà di deambulazione, a causa delle barriere architettoniche. L’iniziativa è del comitato Spiaggia SuperAbile che ha realizzato uno studio per segnalare gli ostacoli che impediscono di arrivare al mare. Report dal quale è nato l’appello ai sindaci del comprensorio perché tutti possano accedere con facilità e dignità ad almeno uno stabilimento balneare per Comune.

L’analisi prende le mosse da Massa Lubrense, dove sventola l’unica Bandiera Blu della costiera. A Marina di Puolo la passerella che conduce a mare è più stretta delle misure previste dalla legge, mentre per quanto riguarda la spiaggia libera Lauro, si riscontra il dissesto della bretella di collegamento col lungomare di Puolo che impedisce a chi è costretto sulla sedia a rotelle di percorrere quel tratto di strada.

Alla Marina Piccola di Sorrento lo stabilimento Peter’s Beach è considerato a misura di disabile. Al contrario risulta irraggiungibile la spiaggia libera di San Francesco. Infatti la presenza di alti gradini e la mancanza di una rampa impedisce a chi è in sedia a rotelle di passare dall’arenile alla piattaforma di cemento che conduce poi alla strada. “Perciò – consigliano i responsabili del progetto Spiaggia SuperAbile – è indispensabile dotare il luogo di sedie per disabili che consentano loro di muoversi sulla sabbia e arrivare in acqua”. A Marina Grande sono disponibili carrozzine da mare donate da privati, ma manca un bagno a norma per i portatori di handicap.

A Sant’Agnello i titolari del lido Marinella hanno installato un montascale per consentire a tutti i clienti di raggiungere agevolmente l’ascensore che conduce alla strada. Il limite alla fruibilità sta nella rampa che collega il belvedere della Marinella con l’ascensore, troppo ripida perché un disabile o un anziano possa percorrerla in sicurezza.

A Marina di Cassano, nel Comune di Piano di Sorrento, i portatori di handicap possono agevolmente spostarsi tra il parcheggio e l’arenile, però la passerella che conduce a mare si interrompa improvvisamente. “Bisogna provvedere alla sua continuazione – spiegano ancora dal comitato – oltre che prevedere docce con acqua calda e gettoniera”.

Meta occorre un maggior numero di carrozzine da mare per disabili ed anche di posti auto riservati così come nel resto della penisola sorrentina.

A Vico Equense, infine, una transenna in ferro, chiusa da un lucchetto, rende la Marina irraggiungibile per i disabili. Tutto ciò mentre il lido da Vittorio è in attesa del via libera del progetto che prevede l’installazione di bagni dedicati e il miglioramento dell’accessibilità. “Nel frattempo occorre un bagno chimico per portatori di handicap – precisano da Spiaggia SuperAbile -. Stesso discorso per Chicchi Beach, stabilimento della Marina di Seiano che per il resto è fruibile in ogni sua parte fino al mare”.

Da qui la conclusione con l’appello alle istituzioni da parte del comitato civico: “A sindaci e imprenditori chiediamo di impegnarsi affinché disabili, anziani e neomamme non siano privati del diritto di raggiungere il mare agevolmente e in sicurezza”.