Capri Watch fashion & Accessories

Sorrento. Muri a rischio in via Festola, mentre da 7 anni si attende il viadotto di via Fontanelle – foto –

via-festola-4

Le murature che costeggiano la strada sono crollate o pericolosamente in bilico. Residenti, amanti del trekking ed anche turisti rischiano ad ogni passo di finire travolti da pesanti massi. È la situazione di degrado in cui versa da almeno un decennio via Festola, la stradina che collega le popolose frazioni di Cesarano e Casarlano, nella parte alta di Sorrento. I residenti segnalano che ci sono frane non riparate da più di 10 anni e muri gonfiati dalle piogge con pance che da un momento all’altro rischiano di crollare. Eppure in questa zona abitano decine e decine di famiglie: anziani, adulti e bambini che vivono con l’incubo di essere investiti dalle pietre.

via-festola

“Ogni volta che percorro via Festola ho l’impressione che le murature in pietra mi cadano addosso – spiega uno dei residenti – e pensare che sono tanti i turisti che la percorrono perché amano scoprire la rete sentieristica della nostra costiera. Non ci spieghiamo come mai le diverse amministrazioni che si sono succedute nel tempo non intervengano”.

In realtà non è chiaro a chi competa mettere in sicurezza i muri che delimitano la carreggiata. In caso di crollo o pericolo imminente, infatti, il sindaco può imporre ad horas con un’ordinanza ai proprietari dei terreni di eseguire i necessari interventi per eliminare il pericolo e ripristinare la circolazione.

via-festola-3

Quando, però, manchino i requisiti della necessità ed urgenza, il codice della strada, all’articolo 30, stabilisce, che “la costruzione e la riparazione delle opere di sostegno lungo le strade ed autostrade, qualora esse servano unicamente a difendere ed a sostenere i fondi adiacenti, sono a carico dei proprietari dei fondi stessi; se hanno per scopo la stabilità o la conservazione delle strade od autostrade, la costruzione o riparazione è a carico dell’ente proprietario della strada». «Intervenga il Comune o i proprietari – dicono gli abitanti della zona – purché qualcuno ci garantisca di percorrere via Festola senza timori per la nostra incolumità”.

Frana Capo di Sorrento

Frana Capo di Sorrento

Tocca di sicuro alle istituzioni, invece, realizzare la parte di via Fontanelle, al Capo di Sorrento, franata ormai 7 anni fa. Ai primi di marzo del 2014 un tratto di 60 metri di strada precipitò verso valle distruggendo una casa e danneggiandone un’altra, per fortuna senza provocare vittime. Da allora la zona del borgo de Li Simoni può essere raggiunta solo attraverso una stradina realizzata tra i campi. Una soluzione che doveva essere provvisoria, ma che sta diventando definitiva.

La precedente amministrazione, nonostante i tanti proclami, non si è mai seriamente attivata per mettere fine ai disagi per le famiglie che abitano in questa parte della città. Da sei mesi è in carica il nuovo sindaco Massimo Coppola e si spera che metta mano al dossier quanto prima reperendo i fondi necessari alla realizzazione del viadotto ed alle altre opere di messa in sicurezza previste dal progetto. Interventi per i quali si stima una spesa di circa 4,5 milioni di euro.