Capri Watch fashion & Accessories

Somministrava alimenti e alcolici senza autorizzazione, ordinato lo stop ad un’attività di Marina Grande

marina-grande-sorrento

SORRENTO. Sabato scorso gli agenti della polizia municipale hanno effettuato un sopralluogo, presso l’esercizio pubblico ad insegna “Da Giniello” che sorge a Marina Grande. Nel corso dell’ispezione è stato accertato che, benché il titolare abbia presentato una Scia per esercitare l’attività di somministrazione del tipo “D”, ossia caffetteria, in realtà, pubblicizzava e somministrava alla clientela alimenti quali pasta, antipasti, secondi piatti tipici ed esclusivi dell’attività di tipologia “A” e vari tipi di bevande alcoliche (birre, vini, e cocktail) tipici della tipologia “B”.

Nel corso dei controlli i caschi bianchi hanno anche riscontrato la presenza nell’area di suolo pubblico prospiciente il pubblico esercizio ed allo stesso assegnata in concessione, di avventori che consumavano pasti e bevande alcoliche serviti direttamente dal titolare.

In base a tali violazioni, quindi, è stato redatto il verbale amministrativo in quanto veniva svolta “attività di pubblico esercizio con somministrazione di alimenti e bevande alcoliche riconducibile alle tipologie “A” e “B” (ristorante e bar) in assenza del preventivo titolo abilitativo e documentazione prevista”.

Dal comando dei vigili, quindi, è stata chiesta agli uffici comunali competenti l’adozione delle misure interdittive della cessazione immediata dell’attività. Il dirigente facente funzioni del settore Commercio, Antonino Giammarino (che sostituisce Donato Sarno), ha “constatato la regolarità degli atti dai quali risulta provata la fondatezza dell’accertamento, in quanto l’attività di somministrazione di alimenti e bevande alcoliche riconducibili alla tipologia “A” e “B” non può essere esercitata ai sensi dell’art. 5, c.1, lett. D, L.287/91 come segnalato nella Scia prot. 17858/2017”.

Inoltre, lo stesso dirigente ha appurato “che l’immobile, sede dell’attività ricade nella Zona 1 del vigente Regolamento comunale disciplinante l’esercizio delle attività di somministrazione di alimenti e bevande e, allo stato, come riportato nella planimetria allegata alla Scia, non possiede i requisiti obbligatori previsti per lo svolgimento dell’attività di somministrazione della tipologia “A” e/o “B”.

In base a tali considerazioni Giammarino ha ordinato al titolare dell’esercizio “la cessazione immediata dell’attività di
somministrazione di alimenti e bevande alcoliche di tipo “A “ e “B” esercitata nel locale sito in via Marina Grande in assenza di autorizzazione o Scia”. Al tempo stesso “avverte che in caso di inottemperanza si procederà all’adozione di provvedimento finalizzato alla inibizione anche dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande analcoliche”.