Screening del mare del Parco di Punta Campanella

sub-punta-campanella

MASSA LUBRENSE. Tutto pronto per la nuova edizione di BlueTeam in Action, appuntamento durante il quale decine di sub, biologi, docenti universitari e fotografi monitoreranno i fondali del Parco marino di Punta Campanella per ventiquattr’ore consecutive. L’iniziativa si svolgerà a cavallo tra il 2 ed il 3 settembre, ossia venerdì e sabato prossimi, con la collaborazione dei diving Nettuno, Punta Campanella, Futuro Mare e dell’Associazione subacquea J. Cousteau.

Le aree sottoposte allo screening saranno Marina di Puolo, Scoglio Penna, Baia di Ieranto, Montalto, Vervece, Isca e Scruopolo. Un mix tra zone A, B e C (classificazione del diverso grado di tutela), per ottenere un quadro più completo dello stato di salute dei fondali. I sub si immergeranno con fotocamera e lavagnetta effettuando esplorazioni diurne e notturne secondo un calendario orario ben definito.

Questa best practice è il risultato di un continuo e costruttivo dialogo tra enti, istituzioni e cittadini ormai consapevoli che la conoscenza approfondita della ricchezza del territorio è la chiave di volta di una gestione sostenibile del patrimonio ambientale. Lo scorso anno furono censite ben 113 specie animali diverse, un dato significativo per la biodiversità presente nell’Area marina protetta di Punta Campanella.

Le attività si chiuderanno con la presentazione dei risultati domenica 4 settembre, giorno della Festa del Vervece, con una mostra fotografica che si svolgerà a Marina della Lobra, grazie al contributo di grandi fotografi subacquei, quali Guido Villani, Edoardo Ruspantini, Mimmo Roscigno e Enzo Troisi.