Capri Watch fashion & Accessories

Il Sorrento prepara il match col Gravina. De Rosa: Vogliamo restare in zona playoff

roberto-de-rosa-sorrento

Giocatore prezioso per il Sorrento che sta disputando un ottimo campionato è Roberto De Rosa che commenta il grande momento dei rossoneri e l’emozione di esserne stato capitano per più di un mese: “Per me essere stato capitano, vista l’assenza di Gargiulo, di questa squadra è stato un grande onore e piacere. Mi ha dato maggiori stimoli per fare meglio. Devo ringraziare il tecnico Maiuri”.

De Rosa rivive il match di domenica scorsa: “Quello di Francavilla in Sinni è un campo difficile: abbiamo sfidato un avversario rafforzato ma siamo stati bravi a non subire gol. Siamo al sedicesimo risultato utile di fila ed era importante non perdere. Adesso pensiamo al Gravina squadra con cui abbiamo un conto in sospeso per via del ko dell’andata”.

La prossima avversaria, secondo il rossonero, “è una formazione che si difende benissimo e che ha ottimi attaccanti come Santoro. Da non sottovalutare, neanche, Bozzi che quando viene chiamato in causa risponde benissimo. Si tratta di una rosa importante e completa: vogliamo riscattare la sconfitta dell’andata”.

Il Sorrento risulta avere uno dei reparti difensivi migliori d’Italia: “Non posso che essere soddisfatto per questo dato anche perché lavoriamo sodo con il tecnico Maiuri che prepara bene le partite. Siamo bravi ad ascoltare le sue direttive”.

Ma bisogna tenere i piedi per terra visto che “con il Gravina si parte alla pari. Servirà la giusta umiltà e voglia di far bene davanti al nostro pubblico. Domenica scorsa abbiamo perso due punti e vogliamo rifarci subito anche perché con i baresi è stato il nostro ultimo ko in campionato”.

Cosa significa per il Sorrento essere saldamente in zona playoff? “Viviamo questa classifica con serenità – conclude De Rosa -. Non ci ha regalato niente nessuno: questo terzo posto è solo merito nostro. Non ritengo sia una favola perché ne io e ne i miei compagni ci sentiamo inferiori ad altri calciatori avversari. È tutto frutto di un grande lavoro. È giusto che siamo li e faremo il massimo per restarci”.