Domani a Napoli la manifestazione contro la Naspi

manifestazione-naspi-roma

I venti di crisi economica si addensano sui lavoratori del comparto turistico. Lo spettro della nuova legge sull’indennità di disoccupazione, la Naspi, che dall’anno prossimo dimezzerà il sussidio ai lavoratori stagionali, potrebbe mettere in crisi tutto il settore, all’interno del quale, alla vigilia della stagione turistica, si respira aria di preoccupazione fra i lavoratori stagionali e le loro famiglie.

Si tratta di persone che lavorano con un contratto a termine di sei mesi, e che in caso non verranno effettuate modifiche alla normativa, dall’anno prossimo percepiranno il sussidio corrispondente solo alla metà dei mesi per cui si è lavorato. Per questo motivo domani, venerdì 18 marzo a Napoli si terrà una nell’ambito dello sciopero generale del settore.

Saranno presenti delegazioni di lavoratori stagionali provenienti da Capri, dalla penisola sorrentina, e da Ischia e da Procida, così come è prevista la mobilitazione di tante altre realtà di tutta Italia a forte vocazione turistico-stagionale. La manifestazione di Napoli prevede un corteo che da piazza Dante arriverà presso la sede della Regione Campania.