Denunciata la titolare di un’impresa edile per il mancato rispetto delle norme per la sicurezza sul lavoro

cantiereedile

VICO EQUENSE. Blitz dei carabinieri nei cantieri edili della penisola sorrentina.

L’attività è stata condotta dai militari della stazione di Vico Equense, agli ordini del luogotenente Antonio Lezzi e coordinati dal capitano Leonardo Colasuonno, affiancati dai loro colleghi del Gruppo tutela del lavoro di Napoli.

In seguito alle verifiche sono state rilevate delle irregolarità all’interno di un cantiere, che hanno portato al deferimento della titolare dell’impresa, una 40enne di Napoli.

In particolare gli uomini dell’Arma hanno riscontrato che nell’area dei lavori era assente un’idonea recinzione del cantiere per impedire l’accesso ai non addetti ai lavori, erano presenti depositi di materiali vari presso il ciglio degli scavi e non venivano rispettate le prescrizioni inerenti la sicurezza dei lavoratori per quanto attiene il pericolo di smottamenti. Inoltre i cinque operai presenti al momento del controllo, così come il datore di lavoro, non sono stati in grado, al momento dei controlli, di esibire la prevista documentazione di regolare occupazione dei dipendenti.

In seguito ai rilievi l’attività del cantiere è stata sospesa, mentre la legale rappresentante della ditta è tenuta ad esibire ai carabinieri la documentazione inerente la regolare occupazione dei lavoratori dipendenti, nonché a rimuovere tutte le situazioni di pericolo o irregolarità rilevate.