Capri Watch fashion & Accessories

Continua la demolizione dei tralicci a Sorrento – video –

rimozione-traliccio-sorrento-3

SORRENTO. Gli operai di Terna continuano a lavorare per la demolizione e la successiva rimozione dei tralicci elettrici che sorgono lungo la fascia collinare della penisola sorrentina. Dopo la cerimonia in pompa magna di venerdì scorso, con l’arrivo in penisola del governatore Vincenzo De Luca e dell’amministratore delegato dell’azienda Matteo Del Fante, ricevuti dai sindaci di Sorrento Giuseppe Cuomo, di Sant’Agnello Piergiorgio Sagristani, di Piano di Sorrento, Vincenzo Iaccarino, di Meta, Giuseppe Tito e di Vico Equense, Andrea Buonocore, in molti pensavano che quella di Casarlano fosse solo un’operazione di facciata e che quelle fatiscenti ed inutili strutture non sarebbero mai scomparse dai panorami della costiera. Invece, a quanto sembra, l’intervento procede ed anche abbastanza celermente.

Come confermano i video che proponiamo in basso, infatti, nelle ultime ore le maestranze di Terna sono state impegnate nel rimuovere uno dei tralicci che svettava nella parte più a monte di Sorrento.

Ma il piano di riassetto della distribuzione elettrica della penisola sorrentina prevede ulteriori step. Il progetto si basa sulla realizzazione di una stazione elettrica a Sorrento, in costruzione, e la realizzazione dei collegamenti Sorrento-Vico Equense e Vico-Equense-Agerola-Lettere, in autorizzazione. Nell’area costiera è in programma anche la realizzazione del collegamento Capri-Sorrento, parte in cavo terrestre e parte in cavo sottomarino, che affiancandosi a quello attualmente in realizzazione Capri-Torre Annunziata, da una parte fornirà una seconda alimentazione all’isola, dall’altra consentirà un miglioramento della sicurezza elettrica dei comuni della terraferma.

Al centro del piano di sviluppo della Campania di Terna, c’è proprio il riassetto della penisola sorrentina per il quale si prevede un investimento di 200 milioni di euro. Attualmente, l’area è alimentata da una rete 60 kV non più adeguata alle esigenze elettriche locali, soprattutto durante il periodo estivo, in cui si verifica un notevole incremento dei consumi. Per risolvere tale criticità sono previsti interventi nei Comuni di Sorrento, Sant’Agnello, Piano di Sorrento, Meta, Vico Equense, Agerola, Positano, Lettere, Casola di Napoli, Gragnano, Castellammare di Stabia, Pimonte e Sant’Antonio Abate. Complessivamente, saranno rimossi 60 chilometri di vecchi elettrodotti, per complessivi 103 tralicci, sostituiti da circa un terzo (23,5 km) di nuove linee hi-tech e 8 chilometri di cavi invisibili. Attualmente, è in corso la demolizione di 2 km della vecchia linea aerea Castellammare – Sorrento derivazione Vico Equense costruita 40 anni fa, possibile grazie all’entrata in esercizio di un collegamento in cavo di 4 km.