Capri Watch fashion & Accessories

Un miliardo per il rilancio dei borghi, insorgono gli operatori turistici campani

turisti

Gli operatori turistici della penisola sorrentina, di Capri e di Napoli chiedono alle istituzioni nazionali e locali di bloccare la pioggia di risorse destinate ai borghi: “Come sprecare i fondi del Pnrr”.

Di seguito la nota inviata da alcune associazioni per chiedere a governo e Regione di destinare alle principali località turistiche le risorse del Piano destinate ai borghi interni:

Occorrerebbe una vera insurrezione degli operatori e dei lavoratori nelle Zone a Turismo Prevalente per i 400 milioni che il governo ha destinato per lo sviluppo turistico dei borghi interni. Parliamo di 21 borghi, per altrettanti ambiziosi piani e 20 milioni di euro a testa per realizzarli. Ed è solo una prima tranche di un progetto da 1 miliardo di euro.

Il nostro governo e la nostra Regione sembrano non capire il danno causato dalla strategia di investire milioni di euro dei fondi Pnrr sui borghi interni ignorando invece i grandissimi problemi che il Covid ha fatto esplodere nelle località turistiche trainanti del nostro territorio: Su un treno da far ripartire si comincia dai locomotori e non certo dai vagoni finali.

Questa pioggia di milioni che arriva ai borghi interni non solo danneggia località che da anni sviluppano Pil ed occupazione totalmente ignorate negli interventi di sostegno nazionali e regionali, ma pregiudica lo stesso auspicato decollo turistico di questi borghi che necessitano prioritariamente dell’effetto di trascinamento di località rinomate nel mondo.

È veramente inspiegabile che si proceda in questa polverizzazione. Non è una lotta tra le località turistiche italiane che hanno fatto la storia dell’accoglienza nel nostro paese e i borghi interni che giustamente vogliono disegnare il loro futuro. È una questione di priorità che impone delle logiche d’intervento opposte.

Ci chiediamo se qualche dirigente ministeriale abbia ipotizzato quale ricaduta di crescita del Pil e dell’occupazione si produrrebbe investendo queste risorse nei borghi e quale effetto determinerebbe se destinate al rilancio delle Zone a Turismo Prevalente.

Chiediamo al ministro Giorgetti, al ministro Garavaglia e al ministro Franceschini di intervenire immediatamente bloccando il bando dei borghi per valutare prioritariamente interventi nelle Zone a Turismo Prevalente.

Chiediamo che si faccia sentire la voce dei rappresentanti istituzionali dei nostri territori. Il presidente della Regione Campania, i sindaci e gli assessori al Turismo dei nostri Comuni non possono rimanere indifferenti a questa pioggia d’oro sui borghi mentre i locomotori del turismo sono in enorme difficoltà dopo 2 anni drammatici.

Sergio Fedele
Presidente Atex Campania

Mauro Di Maio
Presidente Nazionale Chiavi d’Oro Faipa

Fabio Colucci
Presidente Club dei 500

Mario Colonna
Delegato Turismo Macroarea Aicast Penisola

Franco Cappiello
Presidente Aicast Macroarea Penisola Sorrentina

Graziano d”Esposito
Presidente Atex Isola di Capri

Vincenzo Ercolano Presidente Confcommercio Sorrento

Giovanni Rosina
Associazione Charter Campania

Gianluca Di Carmine
Presidente Confcommercio Piano di Sorrento

Giulio Galano
Presidente Le Chiavi D’Oro Campania Felix

Annamaria Staiano
Associazione Italiana Housekeeper

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play