Capri Watch fashion & Accessories

Sequestrate le biglietterie del porto di Sorrento

marina-piccola-55

Sequestrate le biglietterie del porto di Marina Piccola, a Sorrento. Sono i locali in uso alle compagnie di navigazione che operano del golfo di Napoli. L’operazione è scattata ieri ed ha visto in campo la Capitaneria di Porto che, coordinata dalla Procura di Torre Annunziata e l’agenzia del demanio, già da tempo indaga su abusi edilizi e innovazioni non autorizzate sul demanio marittimo.

Una vicenda che si trascina da tempo con l’amministrazione comunale che negli ultimi tempi nel tentativo di risolvere la questione ha indetto una gara per l’affidamento delle concessioni demaniali delle biglietterie ed al tempo stesso aveva ordinato lo sgombero dei locali alle compagnie. Queste ultime hanno impugnato il provvedimento dinanzi al Tar la cui pronuncia è attesa a breve. Ora il sequestro preventivo dell’immobile con la possibilità d’uso a favore delle compagnie per i prossimi 30 giorni.

Anche il parcheggio del porto è stato oggetto verifiche da parte della Guardia Costiera. Sono scattati i sigilli per un distributore di acqua potabile, un’area recintata destinata alla posa di attrezzature tecnologiche e ad un manufatto con impianto elettrico situato proprio nelle immediate vicinanze dell’area di sosta.

Nei giorni scorsi, sempre al porto di Sorrento, era stato sequestrato un casotto in uso a una società del settore marittimo, adibito a biglietteria e punto informativo. A ciò si aggiunge un’approfondita ispezione presso la spiaggia libera di San Francesco già in uso al centro anziani con l’agenzia del demanio che ha mosso contestazioni circa la rampa per i diversamente abili e la scala che conduce dal tavolato del solarium all’arenile (le due strutture sono state rimosse).

 

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play