Capri Watch fashion & Accessories

Riparte il Campania Express. Il presidente Eav: Insostenibile la riduzione dei posti al 50%

campania-express

Da domani, sabato 5 giugno 2021, ripartirà il Campania Express, il treno di Eav che collega Napoli ad alcune delle mete turistiche e archeologiche più belle del mondo, come Pompei, Ercolano e Sorrento.

Il servizio prevede l’effettuazione di 8 corse giornaliere, inclusi i festivi, sulla tratta Napoli-Sorrento (con fermate intermedie nelle stazioni di Ercolano Scavi, Pompei (Villa Misteri) e di Castellammare di Stabia (funivia del Faito) con fermate previste anche a Vico Equense, Meta, Piano di Sorrento e Sant’Agnello.

Oltre alla possibilità di acquistare i biglietti su www.eavsrl.it e prenotare i posti a sedere comodamente da casa, o in una delle agenzie di viaggio convenzionate, sono offerti servizi di accoglienza a bordo ed a terra con hostess e steward e garantite corsie e canali dedicati per l’imbarco e lo sbarco dei viaggiatori nelle stazioni. Con queste misure, oltre che con le regolari e continue sanificazioni dei mezzi, Eav intende offrire un servizio confortevole e sicuro in tutti i sensi.

Grazie ad importanti accordi di co-marketing sottoscritti con Trenitalia e con Grimaldi lines i turisti provenienti da tutto il mondo con i treni AV e con gli altri servizi ferroviari, potranno acquistare l’intero itinerario, da casa e usufruendo di particolari sconti, fino ad Ercolano, Pompei e Sorrento. Allo stesso modo, i crocieristi in viaggio nel Mediterraneo, potranno acquistare i biglietti del Campania Express con un codice sconto presso i punti vendita e sulle piattaforme aziendali.

“Eav è la prima azienda del Paese Covid free – ha dichiarato il presidente Umberto De Gregorio -. Il nostro personale è stato vaccinato e i nostri mezzi sono sicuri. Stiamo attivando accordi di collaborazione con tutte le più importanti istituzioni del territorio e con i maggiori player del trasporto turistico perché dobbiamo ripartire. È nostro dovere anche quello di contribuire a riportare i turisti del mondo in Campania e rinnovato sviluppo sul nostro territorio. Ci auguriamo che il governo elimini al più presto la limitazione di capienza dei mezzi al 50%, oggi oggettivamente insostenibile se riparte al 100 per cento il sistema Paese”.