Capri Watch fashion & Accessories

Revocato il divieto di balneazione per i Bagni di Scraio di Vico Equense, rimane a Punta San Francesco di Sant’Agnello

prelievi-arpac

Risultati in chiaroscuro per le controanalisi effettuate dall’Arpac sui campioni di acqua di mare prelevati in penisola sorrentina. L’attenzione dei tecnici dell’Agenzia regionale per la protezione ambientale della Campania si è concentrata sui punti dove a metà giugno erano stati rilevati valori fuori norma per i batteri fecali.

Il caso più eclatante quello del tratto di costa di Vico Equense indicato come Bagni di Scraio. In questo caso i dati relativi all’Escherichia coli erano ben oltre i limiti: 2005 Mpn per 100 millilitri di acqua rispetto ad un massimo tollerato di 500. L’Arpac ha quindi giudicato lo specchio di mare “da 200 metri sud scoglio Tre Fratelli e Santa Maria del Toro” come non balneabile ed il sindaco Peppe Aiello ha disposto il divieto di balneazione.

Poi mercoledì scorso sono stati effettuati nuovi campionamenti. Ben 5 i prelievi eseguiti nell’arco di un quarto d’ora e tutti hanno riscontrato valori rientrati entro i limiti. In base all’esito dei test, tempestivamente comunicato agli uffici del Comune di Vico Equense, il sindaco Aiello ha già potuto revocare l’ordinanza che imponeva lo stop ai bagni nell’area.

Situazione opposta a Sant’Agnello, nello specchio di mare di Punta San Francesco, che va “da 250 metri scogliera a ridosso imbarcazioni alla scogliera del Parco dei Principi”. In questo caso le nuove analisi non hanno fatto altro che confermare i risultati di quelle eseguite due settimane fa: valori oltre i limiti per l’Escherichia coli (591 Mpn per 100 ml di acqua su un massimo di 500).

In questo caso l’Arpac ha solo “sconsigliato” i tuffi, ma il sindaco Piergiorgio Sagristani ha comunque disposto il divieto di balneazione. Provvedimento che alla luce dei nuovi test rimane in vigore.

Non era stata emanata alcuna ordinanza, invece per la zona di Sopramare, a Piano di Sorrento. Qui il 15 giugno erano stati riscontrati dati relativi agli Enterococchi intestinali di 504 Mpn per 100 ml di acqua su un massimo consentito di 200. Pertanto l’Arpac, come per Punta San Francesco di Sant’Agnello, si è solo limitata a “sconsigliare” i bagni ed il sindaco Salvatore Cappiello ha preferito non vietare la balneazione.

Ed ora sono arrivati i risultati sui nuovi campionamenti che evidenziano il rientro nei parametri di legge per lo specchio di mare individuato come “da Purgatorio a Marina di Cassano”.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play