Capri Watch fashion & Accessories

Porto di Marina Lobra, salta la seduta finale della conferenza dei servizi

marina-della-lobra

MASSA LUBRENSE. “Non essendo pervenute le integrazioni richieste alla società concessionaria, la seduta è rinviata”. E’ quanto si legge nella nota del Comune di Massa Lubrense diffusa nel tardo pomeriggio di lunedì scorso che, di fatto, ha decretato lo slittamento della riunione conclusiva della conferenza dei servizi che si sarebbe dovuta pronunciare definitivamente sul restyling del porto di Marina della Lobra.

L’appuntamento era fissato per ieri mattina. E i rappresentanti della Regione e del Genio Civile si sono puntualmente presentati in municipio, ignari del fatto che, solo poche ore prima, il responsabile dell’ufficio Tecnico comunale, Antonio, Provvisiero aveva deciso di rinviare la riunione, in quanto, secondo il dirigente, dalla Marina della Lobra srl, società che avrebbe dovuto ristrutturare l’area portuale e poi gestirla per i successivi quarant’anni, non sarebbero arrivate le delucidazioni sul progetto richieste dalla Capitaneria di Porto il 5 gennaio scorso.

Inoltre, stando a quanto si legge nella nota di Provvisiero, la Marina della Lobra srl non avrebbe ancora chiarito la “volontà di procedere all’adempimento degli obblighi assunti col contratto di concessione”. Anzi, questa volontà sarebbe “palesemente contraddetta” dalla citazione in giudizio con cui la società ha chiesto lo scioglimento dell’accordo stipulato col Comune più un maxi-risarcimento di circa cinque milioni di euro.

Gioacchino Gargiulo, numero uno della società, invece, ha fatto sapere che secondo lui le richieste di integrazioni devono essere avanzate secondo le modalità fissate dalla legge per potersi ritenere valide. Fatto sta che il tavolo è saltato e il responso sul progetto che da 15 anni divide l’opinione pubblica di Massa Lubrense sembra ancora lontano. Ora, quindi, bisogna attendere che il Comune fissi la data della prossima seduta della conferenza dei servizi.

Nel frattempo prosegue la battaglia giudiziaria tra l’ente di piazza Vescovado e la Marina della Lobra srl. Nei giorni scorsi davanti al Tribunale di Torre Annunziata si è celebrata la prima udienza della causa civile promossa dalla società. Il giudice ha accolto le eccezioni sollevate dagli avvocati del Comune: a pronunciarsi sulle richieste avanzate dai due contendenti dovrà essere il Tribunale delle imprese, specializzato nelle controversie relative a contratti pubblici di appalto.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play