Capri Watch fashion & Accessories

Nuove restrizioni fino al 31 gennaio, ma arriva la zona bianca

pasqua-blindata-sorrento-5

Varato un nuovo provvedimento del Governo che prolunga le restrizioni. Giovedì prossimo, quindi, scatterà un nuovo giro di vite su tutto il territorio nazionale che fino al 31 gennaio vieta gli spostamenti tra Regioni. Inoltre tutti i weekend saranno in fascia arancione e verrà confermato il divieto ad ospitare in casa più di due amici o due parenti non conviventi. Deciso anche un inasprimento dei parametri per far scattare con maggiore facilità, nelle Regioni, le restrizioni di tipo arancione e rosso.

La stretta fino al 31 gennaio verrà disciplinata con due diversi provvedimenti. Il primo, varato nella notte dal Consiglio dei ministri, avrà validità fino al 15 gennaio: giorno in cui perderà efficacia l’attuale Dpcm. Il secondo verrà approvato lo stesso giorno di scadenza del “decreto ponte” appena varato e prorogherà le restrizioni al 31 gennaio.

Alcune delle misure più rilevanti dei provvedimenti:

In tutti i weekend di gennaio e in tutta Italia scatterà la zona arancione. Ciò significa che nei giorni festivi e prefestivi bar e ristoranti resteranno chiusi, non si potranno varcare i confini del proprio Comune. I negozi invece saranno aperti. Ma verranno confermati i controlli in strade e piazze per limitare gli assembramenti.

Confermato anche il divieto ad ospitare nella propria abitazione più di due parenti non conviventi o due amici (accompagnati dai figli con meno di 14 anni). La misura, secondo il Governo, servirà ad evitare pranzi o feste con troppe persone che, a giudizio degli esperti, sono la principale causa di contagio.

Chiuso il periodo delle festività natalizie torna il sistema per fasce: gialla, arancione e rossa. In attesa del report settimanale della cabina di regia che arriverà sul tavolo del ministro della Salute venerdì, il 7 e l’8 gennaio tutte le Regioni saranno collocate in fascia gialla. Ciò significa che in queste date bar e ristoranti chiuderanno alle 18 (consegne a domicilio consentite fino alle 22), mentre i negozi resteranno aperti. Da sabato 9 o domenica 10, quando Speranza firmerà le nuove ordinanze, invece scatteranno restrizioni di tipo “arancione” o “rosso” nelle Regioni con un indice alto di diffusione del virus.

Resta confermato il coprifuoco dalle 22 alle 5 del mattino. Non si tratta però di una misura nazionale e dunque non è stata inserita nel nuovo decreto. Come spiegano al ministero della Salute il coprifuoco serale vale infatti per le Regioni in fascia gialla. E, attualmente, tutte le Regioni sono gialle.

Il ministro della Cultura, Dario Franceschini, ha chiesto e ottenuto di prevedere una fascia bianca che verrà decisa sempre in base all’indice RT. Il governo ha però stabilito che verrà introdotta solo con il Dpcm del 16 gennaio. Con la fascia bianca, che servirà secondo a Franceschini a dare “ai cittadini un segnale di speranza verso un ritorno alla normalità”, cinema, teatri e palestre saranno aperti. E bar e ristoranti non dovranno più chiudere la sera. Verrà cancellato anche il coprifuoco. Resterà però l’obbligo del distanziamento e di indossare la mascherina all’aperto e in ogni luogo pubblico.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play