Capri Watch fashion & Accessories

Luca Falco del Sorrento Boxing Club campione del mondo di Muay Thai

luca-falco-con-tutte-le-citure

Nel giro di pochi mesi è passato dalla conquista del titolo italiano alla cintura di campione del mondo. È la parabola di Luca Falco, 33enne nato a Portici, ma ormai sorrentino di adozione. Sul ring allestito sul palco del teatro Delle Rose di Piano di Sorrento ha conquistato il titolo mondiale Wbc di Muay thai battendo lo spagnolo di Tenerife Isaac Araya. Il match che metteva in palio la cintura iridata al limite delle 135 libbre (61,2kg) rappresentava l’evento clou del galà “Danger XII” organizzato dal Sorrento Boxing Club, il gruppo sportivo per il quale combatte anche Falco.

I tanti spettatori in sala sono letteralmente impazziti di gioia quando l’idolo locale ha inflitto il primo knock-down all’avversario, alla fine del secondo round con una precisa combinazione di pugilato. Solo la campana ha salvato lo spagnolo, che però è stato costretto ad arrendersi ai forti calci di Falco nella ripresa successiva, andando definitivamente al tappeto.

luca-falco-appena-conquistato-il-mondiale

La vittoria di Falco arriva dopo un anno incredibile in cui il napoletano è riuscito in un’impresa unica, aggiudicandosi quattro cinture, dal titolo italiano a quello iridato. Scalata iniziata quando, nel 2013, ha preso a frequentare la palestra del Sorrento Boxing Club. L’anno dopo era già professionista e nel 2016 campione italiano. Nel 2019 porta a casa il titolo intercontinentale contro un atleta thailandese.

Arriva lo stop forzato causa pandemia. Dal 2021 la carriera di Luca Falco prende il volo. A luglio, allo stadio Italia di Sorrento è di nuovo campione italiano, mentre a dicembre conquista il titolo Mediterraneo. A marzo di quest’anno batte Carlos Araya (fratello dell’avversario per il mondiale) e diventa campione europeo. Arriva così la chance mondiale nell’ambito di «Danger XII«, evento promosso dal Sorrento Boxing Club sotto l’egida Wbc, che vede il 33enne portare a casa la cintura.

Negli altri match della serata, la sorrentina Valeria Gargiulo ha perso per ferita contro la spagnola Marina Becerra in quello che è stato il match più tirato dell’evento con in palio la corona di campionessa del Mediterraneo Wbc.

Il napoletano Lorenzo Panaro si è dovuto arrendere al quarto round al veneto Alexandr Savin, perdendo la chance per aggiudicarsi il titolo Italiano Wbc nella categoria medio-massimi.

L’ultimo incontro, valido per il campionato Italiano Wbc under 18 categoria medio-massimi, è stato vinto dal napoletano Fedele Manfrellotti del team Muay Thai Club Napoli che si è imposto per ko alla terza ripresa.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play