Capri Watch fashion & Accessories

In penisola sorrentina l’iniziativa del “bagno sospeso”

primi-bagnanti-2021-sorrento-1

Garantire a tutti il diritto di godere di sole e mare, anche a chi non può permettersi di pagare le tariffe per accedere ad un lido balneare. È l’obiettivo dell’iniziativa denominata “bagno sospeso” lanciata dell’associazione La Grande Onda nel territorio della penisola sorrentina. Come si intuisce, a dare lo spunto è ancora una volta l’antica e generosa abitudine tutta partenopea di lasciare al bar un “caffè sospeso”, ossia pagato, per gli avventori che non possono permetterselo.

Nel corso dell’ultimo anno, in cui la crisi dovuta alla pandemia di Covid ha avuto pesanti ripercussioni sui bilanci delle famiglie, per donare un’opportunità a chi si vede costretto a rinunciare ed affinché “nessuno resti indietro”, sugli stessi presupposti sono scaturite tante iniziative solidali. L’ultima in ordine di tempo è proprio il «bagno sospeso ideato dai responsabili de La Grande Onda.

“Nella consapevolezza che un bagno di mare – in un Paese di mare – rappresenti una necessità per il benessere psicofisico di adulti e di bambini – spiega la fondatrice dell’associazione Laura Cuomo – abbiamo deciso che una parte delle quote associative 2021, sarà devoluta a questa iniziativa in modo da poter dare la possibilità a chi, a causa del caro prezzi delle spiagge, si vede costretto a rinunciare ai benefici di un bagno di sole e mare”.

A tale scopo l’associazione mette a disposizione dei voucher. Al tempo stesso i promotori del «bagno sospeso» lanciano anche un appello: “Questa iniziativa – sottolineano – prenderà il volo solo se ognuno ci metterà del proprio: tutti siamo chiamati a sostenerla, diventando donatori sospesi”.

Pertanto ai bagnanti, che presso il lido prescelto troveranno esposto il logo dell’iniziativa, si chiede di lasciare un ingresso «sospeso» per donare la possibilità di godere di una giornata di mare a chi, altrimenti, è costretto a rinunciare. Inoltre ai titolari degli stabilimenti balneari della penisola sorrentina si chiede di aderire al progetto manifestando la loro disponibilità ad accettare i ticket sospesi e, perché no, a mettere a disposizione qualche voucher d’ingresso.

L’iniziativa coinvolgerà almeno una spiaggia per ciascun Comune della penisola sorrentina e prenderà il via dal prossimo mese di luglio. “Abbiamo deciso di investire così una parte delle nostre quote associative – conclude Laura Cuomo -. È una goccia nell’oceano, ma quella goccia non deve mancare. Speriamo anche nella collaborazione dei gestori dei lidi e di chiunque vorrà affiancarci in questa attività”. A chi donerà 10 euro per un “bagno sospeso”, sarà anche consegnata la tessera di socio de La Grande Onda.