Capri Watch fashion & Accessories

Furti in costiera sorrentina, fermata banda di serbi

Carabinieri-Piccola

Bloccato a Vico Equense pregiudicato colpito da ordinanza di custodia cautelare in carcere. Ieri pomeriggio i carabinieri della locale stazione, agli ordini del maresciallo maggiore Giuseppe Giudice, in stretta sinergia con la polizia locale diretta dal maggiore Ferdinando De Martino, nel corso di controlli coordinati sul territorio, finalizzati alla prevenzione e al contrasto di attività illecite, nella zona di Seiano, lungo la statale 145 Sorrentina, hanno fermato un’autovettura diretta verso Sorrento.

A bordo quattro persone di origine serba, tutti sprovvisti di documenti. È apparso subito chiaro al personale operante che i fermati nascondessero qualcosa di ben più grave, in quanto fornivano motivazioni contrastanti e insussistenti in merito alla loro presenza in costiera. Immediato l’intervento sul posto anche di militari della compagnia carabinieri di Sorrento, coordinati dal capitano Ivan Iannucci.

I quattro serbi sono stati così condotti negli uffici dell’Arma, per ulteriori e più approfonditi accertamenti, dai quali è emerso che si trattava di pregiudicati per furti in appartamento e negli esercizi pubblici. In particolare uno dei quattro era ricercato perché colpito da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. È stato pertanto tratto in arresto dai carabinieri e condotto presso la casa circondariale di Poggioreale, a Napoli.

L’autovettura con cui erano arrivati in penisola sorrentina è stata sottoposta a sequestro amministrativo finalizzato alla confisca dalla polizia municipale di Vico Equense, poiché sprovvista di copertura assicurativa. In questo inizio d’estate sono stati rafforzati i controlli da parte delle forze dell’ordine operanti sul territorio della costiera, al fine di attivare ogni idonea forma di contrasto alla delinquenza organizzata, che sembra aver individuato in questo territorio un terreno fertile per compiere attività illecite e reati predatori.

Il sindaco di Vico Equense, Andrea Buonocore, si è complimentato con i militari della locale stazione e con gli uomini della polizia municipale, per la costante attività di presidio del territorio, sottolineando la necessità di mantenere alta l’attenzione, al fine di tutelare la sicurezza della città di Vico Equense, ma anche dell’intera penisola sorrentino-amalfitana. “In quest’ottica – ha detto il primo cittadino – stiamo impegnando risorse per il potenziamento della rete di videosorveglianza, uno strumento ormai fondamentale nella lotta alla criminalità”.