Capri Watch fashion & Accessories

Famiglie in difficoltà, il Comune di Sant’Agnello assegna buoni spesa e contributi per le utenze

spesa

Il Comune di Sant’Agnello ha pubblicato un avviso, finalizzato a sostenere i cittadini che, a causa dell’emergenza determinata dalla diffusione del virus Covid-19, si trovano in difficoltà economica. Si tratta di circa 66mila euro con cui far fronte a situazioni di emergenza alimentare (buoni spesa/voucher) ed al rimborso di utenze domestiche.

Si prevede la formazione di un elenco di famiglie bisognose a cui destinare un sussidio, una tantum, sotto forma di buono spesa (credito digitale abbinato alla propria tessera sanitaria) e/o rimborso di utenze domestiche.

I destinatari dell’avviso sono i nuclei familiari, residenti nel Comune di Sant’Agnello, che sono maggiormente esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica in atto e tra quelli in stato di bisogno, con priorità per quelli non già assegnatari di altro tipo di sostegno pubblico.

Le domande potranno essere presentate unicamente online attraverso la piattaforma https://santagnello.unbuonoperte.comwww.unbuonoperte.com – , nella sezione del menù Cittadini/Registrati dal giorno 24 gennaio 2022 ed entro e non oltre il 21 febbraio 2022 alle ore 12. Decorso tale termine, la piattaforma sarà inattiva. Non saranno prese in considerazione le domande prive della documentazione richiesta da allegare o presentate in altre modalità. D’ufficio le domande incomplete saranno escluse.

Agli Uffici dei Servizi sociali del Comune, come prevede la norma, è affidato il compito di individuare la platea dei beneficiari ed il relativo contributo tra i nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dal Covid-19 e tra quelli in stato di bisogno, per soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali con priorità per quelli non già assegnatari di sostegno pubblico.

Si precisa che i nuclei familiari aventi diritto saranno sottoposti ad accertamenti e controlli da parte del Comune di Sant’Agnello, anche avvalendosi della collaborazione della Guardia di Finanza, come previsto dalla normativa nazionale vigente, relativi a quanto dichiarato in sede di autodichiarazione, disponendo nei casi accertati di falsa dichiarazione, la denuncia all’Autorità giudiziaria.

L’istanza dovrà essere presentata da un solo componente il nucleo familiare. Sono esclusi i nuclei familiari composti esclusivamente da pensionati e/o da dipendenti pubblici in quanto appartenenti a categorie che non hanno subito diminuzioni delle fonti di reddito a causa della pandemia.

I nuovi buoni spesa non saranno distribuiti in forma cartacea bensì sotto forma di credito digitale. I beneficiari senza necessità di fare ulteriori domande, riceveranno un sms con il quale sarà loro comunicato un numero Pin e l’ammontare del credito da poter spendere presso gli esercizi convenzionati con il Comune.
La procedura sarà la seguente:
1) i beneficiari esibiranno alla cassa la propria tessera sanitaria, che sarà digitata dal cassiere sullo smartphone dell’esercizio commerciale abilitato;
2) il beneficiario digiterà in segretezza il Pin ricevuto;
3) l’esercente confermerà l’operazione, inviando tutto alla piattaforma informatica che gestisce il sistema.

REQUISITI DI ACCESSO
Reddituali:
– Attestazione Isee, ordinario o corrente relativa al nucleo familiare in corso di validità, con un valore non superiore al parametro dell’Isee previsto per l’accesso al Reddito di cittadinanza, ossia inferiore a 9.360 euro;
– Titolo di possesso e/o godimento dell’abitazione per coloro che fanno richiesta unicamente per il contributo utenze domestiche.
Anagrafico:
– Residenza anagrafica nel Comune di Sant’Agnello da almeno un anno alla data di presentazione della domanda.

Nella gestione delle risorse sarà data priorità a:
• soggetti già seguiti dai servizi sociali che non fruiscono di prestazioni assistenziali (REI, Reddito di Cittadinanza, RIA, Indennità di Mobilità, CIG, Naspi, etc.);
• soggetti in carico ai servizi che beneficiano di prestazioni non significative dal punto di vista reddituale;
• ​soggetti che hanno subito una perdita (o una significativa riduzione) del lavoro e di reddito, a causa del Covid.

Nell’ambito della platea precedente, costituiscono ulteriori criteri di priorità nella valutazione:
a) la numerosità del nucleo familiare
b) la presenza di infanti e di minori, di portatori di invalidità

I contributi saranno assegnati in base alla composizione del nucleo familiare:
€ 150,00 ————————————————–1 persona
€ 250,00—————————————————2 persone
€ 350,00—————————————————3 persone
€ 450,00—————————————————4 persone
€ 550,00—————————————————5 o più persone

Le domande verranno ordinate in base alle priorità espresse in fase di compilazione sul portale online dedicato. L’amministrazione comunale rilascerà ad ogni famiglia che ne abbia titolo buoni spesa digitali per prodotti alimentari e generi di prima necessità (prodotti per la pulizia e alimentazione degli animali d’affezione, prodotti per l’igiene personale, pulizia degli ambienti, farmaci da banco, pellet, ….) spendibili unicamente presso gli esercizi commerciali convenzionati con l’Ente e il cui elenco sarà visionabile presso l’Albo Comunale. A questo proposito è stato pubblicato un avviso rivolto agli esercenti che siano disposti ad accettare i voucher.

Sono esclusi alcolici, tabacchi, giochi gratta e vinci, Lottomatica e similari e tutti gli altri prodotti che non rientrino nelle categorie descritte precedentemente. I buoni spesa/voucher dovranno essere utilizzati entro il 30 aprile 2022. Non sono cedibili a terzi e non sono commercializzabili né convertibili in denaro.

Per quanto riguarda le utenze domestiche
REQUISITI DI ACCESSO
Reddituali:
– Attestazione Isee, ordinario o corrente relativa al nucleo familiare in corso di validità, con un valore non superiore al parametro dell’Isee previsto per l’accesso al Reddito di cittadinanza, ossia inferiore a 9.360 euro;
– Titolo di possesso e/o godimento dell’abitazione per coloro che fanno richiesta unicamente per il contributo utenze domestiche;

Anagrafico :
– Residenza anagrafica nel Comune di Sant’Agnello da almeno un anno alla data di presentazione della domanda;
Nella gestione delle risorse sarà data priorità a:
• soggetti già seguiti dai servizi sociali che non fruiscono di prestazioni assistenziali (REI, Reddito di Cittadinanza ,RIA, Indennità di Mobilità, CIG, Naspi, etc.);
• soggetti in carico ai servizi che beneficiano di prestazioni non significative dal punto di vista reddituale;
• ​soggetti che hanno subito una perdita (o una significativa riduzione) del lavoro e di reddito, a causa del Covid.

Nell’ambito della platea precedente, costituiscono ulteriori criteri di priorità nella valutazione:
c) la numerosità del nucleo familiare
d) la presenza di infanti e di minori, di portatori di invalidità

ENTITA’ DEL CONTRIBUTO TOTALE
Si prevede il rimborso nella misura massima del contributo assegnato per le utenze domestiche dell’ultimo trimestre a seguito di comprovato pagamento già effettuato, relative a:
• energia elettrica, acqua
• utenze telefoniche, comprensivi di costi wifi
• gas, altro combustibile da riscaldamento.

In caso di scelta di entrambe le misure (buoni spesa e rimborso utenze), l’intero contributo sarà suddiviso in quota parte pari al 50% per acquisto generi alimentari e il 50% per rimborso delle utenze domestiche, sempre nel rispetto della misura massima del contributo assegnato:
(Caso 1 esempio : il sign. Mario Rossi accede alla piattaforma e compila distintamente due domande , una per i buoni spesa e un’ altra per il rimborso utenze domestiche. Il contributo assegnato al sig. Rossi che ha un nucleo familiare composto da 05 competenti è di € 550,00. La suddetta somma sarà destinata per € 275,00 a titolo di acquisto di buoni spesa e € 275,00 accreditati per il rimborso delle utenze domestiche. già pagate nell’ ultimo trimestre 2021) ;
(Caso 2 esempio : il sign. Mario Rossi accede alla piattaforma per compilare unicamente la domanda per i buoni spesa . Il contributo assegnato al sig. Rossi che ha un nucleo familiare composto da 05 competenti è di € 550,00. La suddetta somma sarà destinata per intero a titolo di acquisto di buoni spesa ) ;

Qualora si dovessero creare economie, il servizio sociale si riserva la possibilità di integrare il beneficio economico concesso. Le richieste verranno valutate dal Servizio Sociale comunale, che è l’ufficio incaricato ad esaminare ogni singola istanza, a disporre l’accoglimento o il rigetto motivato.

Il Comune si riserva di procedere al campionamento di almeno il 10% delle istanze pervenute.
Si precisa che ai sensi dell’ art. 71 DPR 445/2000, l’amministrazione comunale procede ad idonei controlli sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive. Ferme restando le sanzioni penali previste dall’art. 76 DPR 445/2000, qualora dal controllo emerga la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera. L’amministrazione comunale provvede a recuperare le somme indebitamente percepite.

Gli esiti della graduatoria verranno pubblicati sul sito istituzionale dell’Ente comunale, secondo la disciplina vigente.
Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi ai Servizi Sociali del Comune di Sant’ Agnello, contattando i seguenti recapiti , attivi dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 12:30 e il martedì e il giovedì dalle 15:30 alle 17.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play