Capri Watch fashion & Accessories

Domani protesta per il pronto soccorso di Vico Equense. Il sindaco: Non ci arrendiamo

pronto-soccorso-vico-equense-chiuso

Domani, venerdì 18 giugno 2021, alle ore 18, è in programma una manifestazione all’ingresso dell’ospedale De Luca e Rossano di Vico Equense, per difendere il diritto alla salute e alle cure. A promuovere la protesta i rappresentanti delle associazioni che sono già scese in piazza a Sorrento con il medesimo obiettivo.

Dall’ottobre scorso le attività del pronto soccorso del presidio sanitario di Vico Equense sono sospese perché l’Asl Napoli 3 Sud ha deciso di convogliare le risorse umane nei Covid center della provincia di Napoli e negli altri ospedali, tra i quali quello di Sorrento, in affanno a causa della seconda ondata di contagi. Emergenza che si aggiunge a quella dell’ormai cronica carenza di personale medico ed infermieristico.

Ieri pomeriggio, intanto, il sindaco di Vico Equense Andrea Buonocore, la giunta, una delegazione di consiglieri comunali di maggioranza e opposizione, insieme al consigliere regionale Gennaro Cinque, sono stati ricevuti dal direttore generale dell’Asl Napoli 3 Sud, Gennaro Sosto. “Abbiamo manifestato – spiega Buonocore – la preoccupazione della intera comunità per la perdurante chiusura del pronto soccorso. Le risposte ricevute non ci hanno assolutamente tranquillizzato, anzi è emerso che la situazione precaria del pronto soccorso era già stata attenzionata molto prima che sorgesse l’emergenza pandemica, in particolare per le difficoltà di reperimento in termini di unità operative specialistiche.

Il direttore generale – continua Buonocore – ha rimarcato la scelta, propria e a suo dire obbligata, di non voler consentire che il pronto soccorso continuasse a operare nella sua “versione” mista, dove le integrazioni da altre unità era diventata la regola. Ha ribadito che la priorità è l’assunzione di personale specializzato mediante procedure concorsuali, chiedendo il sostegno dell’amministrazione e delle parti sociali della comunità. Proprio in tale ottica un concorso è stato già bandito e le prove scritte si svolgeranno dal prossimo 23 giugno, mentre, a breve, un altro concorso verrà fatto, con la rassicurazione che sarà finalizzato esclusivamente per le assunzioni nei pronto soccorso di Vico Equense e Sorrento.

Non va sottaciuto – chiarisce il sindaco – che già in precedenza sono state esperite procedure che non hanno dato esito positivo e quindi è necessario sperare che questa volta si arrivi a qualche assunzione. Fino ad allora non sarà possibile riaprire il pronto soccorso almeno se non strutturato secondo le norme vigenti. Non ci arrenderemo – conclude Buonocore – fino a quando nel nostro ospedale non sarà operativo il pronto soccorso”.