Capri Watch fashion & Accessories

Choc a Meta, il sindaco Tito si è dimesso

giuseppe-tito

“Volevo ringraziare tutti i metesi per la stima e il vostro affetto manifestatomi in questi 8 anni da sindaco di Meta. Con mio grande rammarico vi comunico che in questo momento sto rassegnando le dimissioni dalla carica di sindaco. Io amo Meta ma rimarrò sempre un uomo libero”.

Con queste poche parole pubblicate poco fa sul proprio profilo Facebook, il sindaco di Meta, Giuseppe Tito, ha annunciato ai propri concittadini ed a quanti lo seguono il proposito di dimettersi. Una notizia che coglie tutti di sorpresa. Probabilmente si è rotto qualcosa in seno alla maggioranza dopo l’avvio del rimpasto deciso ieri.

Lo conferma il fatto che questa mattina diversi consiglieri comunali hanno disertato la seduta dell’assemblea cittadina facendo mancare il numero legale. Un chiaro segnale che i rapporti interni alla maggioranza si sono incrinati.

La conferma di ciò nella nota del sindaco dopo il Consiglio comunale: “Con rammarico – scrive Tito – vista l’assenza dei consiglieri comunali alla seduta odierna, in particolare di alcuni di essi la cui assenza mi è apparsa come un chiaro atto di sfiducia nei confronti del mio operato, prendo atto che in questa maggioranza non riscontro più quella condivisione, quell’orgoglio, quella libertà che tanto si accompagna con il senso civico, tutti valori ai quali ho pensato di poter sacrificare la mia serenità familiare, personale e senza i quali viene meno la dignità politica di amministrare una collettività.

Tutto ciò, mi induce a ritenere che, da uomo libero, non posso subordinare il mio lavoro istituzionale per il bene del Paese, alla mancanza di questi principi e della fiducia nei miei riguardi. Pertanto, rassegno le mie dimissioni dalla carica di sindaco, non prima di aver ringraziato il segretario generale e tutti i dipendenti del comune per il grande supporto che mi hanno sempre fornito nel tentativo di realizzare gli obiettivi del programma politico condiviso con lo stesso gruppo di maggioranza nel quale oggi non mi identifico più. Invito, pertanto, il segretario comunale, a comunicare le mie dimissioni al Signor Prefetto augurando a tutti buon lavoro”.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play