Capri Watch fashion & Accessories

Blitz anti bracconaggio tra Sorrento e Ischia, liberati 100 uccelli

quaglie-gabbia

SORRENTO. Un centinaio di uccelli rimessi in libertà, decine di cartucce e richiami acustici sequestrati, oltre a dieci illeciti penali accertati. È il bilancio del campo anti bracconaggio, che i volontari del Wwf hanno tenuto tra la penisola sorrentina e l’isola di Ischia nelle ultime tre settimane. Attività che conferma la vasta portata del fenomeno della caccia di frodo in Campania, anche in un periodo delicato come quello primaverile, quando la stagione venatoria è chiusa e gli uccelli migrano verso le aree di riproduzione.

Supportati dai carabinieri, attivisti e guardie giurate del Wwf hanno sequestrato e rimesso in libertà 65 cardellini, tre tortore dal collare, nove fringuelli, quattro lucherini, due germani reali, quattro frosoni, cinque verzellini, cinque verdoni e tre fanelli. Requisite 75 cartucce calibro 12 lasciate incustodite e diversi strumenti da caccia illegali come i richiami acustici elettromagnetici.

Dieci, in totale, gli illeciti penali accertati, sei dei quali a carico di persone identificate. Nel dettaglio si tratta di un uomo cui è stato sequestrato un richiamo acustico elettromagnetico; quattro persone che detenevano esemplari appartenenti a specie protette come cardellini, verdoni e frosoni; un’altro soggetto che aveva in casa uccelli legati per le ali con una imbragatura, quindi in condizioni incompatibili con la loro natura.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play