Capri Watch fashion & Accessories

A Massa Lubrense raccolte due tonnellate di oli esausti

raccolta-olio-esausto

Massa Lubrense. Due tonnellate di olio vegetale esausto raccolto. E’ questo il bilancio dell’ultima campagna ambientale del Comune di Massa Lubrense svoltasi nei giorni scorsi in piazza Vescovado ed in piazza Sant’Agata in collaborazione con la società Terra delle Sirene e l’Area marina protetta di Punta Campanella.

Il servizio di raccolta è stato effettuato dopo un bando tra diverse ditte, dalla Due Golfi Ecologia di Massa. L’olio raccolto è stato avviato all’impianto di recupero della Lem di Caivano. Per i cittadini che hanno partecipato alla campagna di recupero c’erano dei piccoli incentivi. Per tre litri di olio esausto conferito si riceveva una park card da 0.5 euro, per quelli da 5 litri una park card da un euro.

“Siamo molto contenti del risultato ottenuto, e della sensibilità sempre crescente dei nostri concittadini verso la prevenzione dell’inquinamento marino – afferma Sonia Bernardo, assessore all’Ecologia del Comune di Massa Lubrense -. Dal punto di vista economico il recupero dell’olio porta un introito di soli 70 euro a tonnellata, al netto delle spese, ma dal punto di vista ambientale si tratta di una grande quantità di materiale che sarebbe stata introdotta nella fognatura, mettendo in difficoltà gli impianti di depurazione o che sarebbe stata addirittura smaltita attraverso il suolo. Un piccolo gesto, quello di raccogliere e smaltire correttamente gli oli esausti di cucina, che testimonia un grande rispetto per la natura, il mare e l’ecosistema”.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play