Capri Watch fashion & Accessories

A Capodanno niente botti a Sant’Agnello

botti-illegali

SANT’AGNELLO. Il sindaco Piergiorgio Sagristani impone lo stop ai botti di Capodanno. Il primo cittadino di Sant’Agnello ha firmato questa mattina l’ordinanza che vieta di far esplodere petardi in aree pubbliche. Ciò per evitare rischi per la salute delle persone ed anche degli animali.

Il provvedimento, quindi, impone da oggi e fino a tutto il primo gennaio 2017:
“Il divieto di vendita, in forma ambulante, di ogni tipo di fuochi d’artificio ascrivibili alla categoria IV e V, ivi compresi gli ex fuochi di libera vendita ora obbligatoriamente classificati in una delle suddette categorie. In particolare è vietata la vendita di quelli che abbiano effetto scoppiante, crepitante o fischiante, tipo raudo o petardo ed esclusi prodotti del tipo fontane, bengala, bottigliette a strappo lancia coriandoli, fontane per torte, petardini da ballo, bacchette scintillanti e simili, trottole, girandole e palloni luminosi.
Il divieto di utilizzo di ogni tipo di fuoco d’artificio, ivi compresi quelli appartenenti alla nuova categoria V, D ed E, in luogo pubblico e anche in luogo privato ove, in tale ultimo caso, possano verificarsi ricadute degli effetti pirotecnici su luoghi pubblici o su luoghi privati appartenenti a terzi non consenzienti, nonché di articoli pirotecnici teatrali e di altri articoli pirotecnici per scopi diversi da quelli cui gli articoli stessi sono espressamente destinati; (fanno eccezione gli spettacoli autorizzati dei professionisti di cui all’articolo 4 del Decreto Legislativo 4 aprile 2010, n. 58).
Il divieto di cedere a qualsiasi titolo, usare o portare con sé nei luoghi pubblici o aperti al pubblico materiale esplodente, di qualsiasi categoria ai minori di anni 18 e privi della carta d’identità in corso di validità.
Ai minori di anni 14 è altresì vietato, ai sensi dell’art. 5 del DD LL. 58/2010 anche l’acquisto, la detenzione e l’utilizzo dei fuochi di artificio di cui alla Cat. V D/E ora nella categoria 1)”.

L’ordinanza, infine, prevede che dalle ore 20 del 31 dicembre 2016 alle ore 7 del primo gennaio 2017 è imposto il divieto di utilizzo di fuochi pirotecnici, non posti in libera vendita, nei luoghi privati, senza la licenza di cui all’art. 57 Tulps, nonché il divieto per tutti coloro che hanno la disponibilità di aree private, finestre, balconi, lastrici solari, luci e vedute e simili, di consentirne a chiunque l’uso, per la effettuazione degli spari vietati dal provvedimento del sindaco Sagristani.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play