Capri Watch - Fashion Accessories

Una folla commossa per l’ultimo saluto ad Anna Maria Pane D’Esposito

lutto3

Una vita dedicata agli altri e alla preghiera. Tanta partecipazione e commozione al Capo di Sorrento per i funerali di Anna Maria Pane D’Esposito. Sentimenti che hanno coinvolto tutta la Comunità parrocchiale e tanti amici venuti da ogni dove per l’ultimo saluto alla cara Anna Maria. Il marito Peppino, il figlio Massimiliano, il fratello Antonino con Liana, il parroco, i nipoti Luca e Livio sono stati stretti in un abbraccio fraterno insieme al parroco don Antonino Persico che ha avuto parole commosse per ricordare la straordinaria figura di una donna che ha dedicato la sua intera esistenza al servizio degli altri.

Tantissimi messaggi sono giunti a familiari.

– Il Mattino:
Un grave lutto ha colpito i nostri colleghi Antonino Pane e Massimiliano D’Esposito. Si è spenta ieri Anna Maria Pane, sorella di Antonino e madre di Massimiliano. Una donna sensibile e generosa, sempre pronta ad accompagnare quanti incrociava sulla sua strada con garbo e signorilità. Un punto di riferimento, con il marito Giuseppe, per la comunità parrocchiale del Capo di Sorrento. Una scomparsa repentina, che ha lasciato un ricordo indelebile per la sua costante presenza in ogni iniziativa che ha caratterizzato la storia degli ultimi 50 anni al Capo di Sorrento. Con i colleghi Antonino e Massimiliano, piangono Anna Maria Pane, il marito Giuseppe D’Esposito, la cognata Liana e i nipoti Luca e Livio.

– Raffale Lauro (scrittore):
“Carissima Anna Maria, la notizia che mi ha dato Tonino della Tua repentina scomparsa, oggi pomeriggio, mi ha lacerato l’animo nel profondo e mi ha quasi annichilito. Ora che ho riacquistato la dolorosa consapevolezza che non Ti potrò più incontrare, al Capo di Sorrento, nella Canonica di Don Antonino o nella Chiesa del SS. Rosario, che hai servito sempre con amore, con sollecitudine e con spirito cristiano, Ti scrivo questa lettera pubblica di commiato terreno, in quanto non potrò essere domani alle Tue esequie, quando sarai circondata dall’amore, dalla riconoscenza e dal cordoglio dell’intera comunità parrocchiale del Capo di Sorrento, per la quale hai rappresentato un insostituibile e sempre presente punto di riferimento. Sono memore, in questo triste momento, dello straordinario affetto, fatto di rispetto, di sostegno e di sincera amicizia, che, in tanti decenni, ci ha legato e che ha legato le nostre famiglie, i miei adorati genitori, Luigi e Angela, i tuoi amatissimi genitori, Michele e Giovanna, in una condivisione di momenti indimenticabili: gli studi universitari e la laurea di Tonino, la brillante carriera giornalistica di Tuo fratello, di cui eri legittimamente orgogliosa, il bel matrimonio di Tonino e Liana, la nascita di Luca e di Livio, il Tuo bel matrimonio con Peppino, la Tua premura di madre per l’insostituibile Massimiliano, le feste anniversarie dei nostri familiari, in particolare le nozze d’oro dei nostri genitori, benedette sempre dal nostro pastore, padre e amico, Don Antonino. Mi ha sempre colpito, carissima Anna Maria, suscitando la mia ammirazione, la Tua tenerezza materna, fatta anche di apprensioni, di ansie e di paure, per tutti i Tuoi familiari e che, l’ho sempre intuito, estendevi benevolmente anche alla mia persona, al mio lavoro, ai miei impegni e ai miei doveri pubblici. Sarò vicino, con tutte le mie forze, insieme con la solidarietà cristiana, a Peppino, a Massimiliano, a Tonino, a Liana, ai Tuoi nipoti, Luca e Livio, e a Don Antonino, nella speranza di offrire loro un poco di conforto e un lenimento ad una ferita, che, lo so bene, non rimarginerà mai. Ti accompagni nella casa del Padre, Signore della Vita Eterna e dell’Amore Universale, la mia incrollabile fede nel Cristo Risorto e nella Misericordia di Maria, Madre di Dio e Madre nostra.

– Antonino Siniscalchi (giornalista):
Un grave lutto ha colpito l’intera comunità del Capo di Sorrento. Si è spenta oggi Anna Maria Pane, sorella di Antonino e madre di Massimiliano, compagni di viaggio nella comune collaborazione al Mattino e non solo. Una donna sensibile e generosa, aperta e disponibile ad accompagnare quanti incrociava sulla sua strada con garbo e signorilità, con un sorriso mai scontato. È stata un punto di riferimento, con il marito Giuseppe, con i genitori Michele e Giovanna, per la comunità parrocchiale del Capo di Sorrento. La sua scomparsa repentina lascia un ricordo indelebile per la sua costante presenza in ogni iniziativa che ha caratterizzato la storia degli ultimi Cinquant’anni al Capo di Sorrento. Ripercorro anch’io questi anni, in un doloroso riavvolgere del nastro della memoria, vorrei esternare tanti ricordi, tante amabili conversazioni davanti a quel distributore di benzina del Capo di Sorrento, che avevamo eletto come l’incrocio delle nostre comunicazioni nei tempi ante internet per lasciare un “pezzo”, una fotografia, una notizia da condividere prima con Antonino, poi anche con Massimiliano. La sua presenza sempre serena, insieme a Peppe e prima ancora a Michele e Giovanna, ci ha accompagnati in tante circostanze. Quei ricordi li custodirò dentro di me. Per sempre.

– Agorà:
Alla famiglia Pane/D’Esposito, e in particolare ai nostri colleghi Antonino Pane e Massimiliano D’Esposito, l’abbraccio della nostra redazione.

– Politica in Penisola:
PinP si associa e partecipa al lutto della famiglia Pane/D’Esposito per l’improvvisa scomparsa della cara Anna Maria con affetto particolare per i cari amici e colleghi Massimiliano D’Esposito e Antonino Pane.

– Gaetano Milone (addetto stampa Regione Campania):
Un abbraccio fraterno nel ricordo dolce e commosso di Anna Maria che ha scandito la sua costante ma silenziosa presenza le tappe di una famiglia di gente semplice ed onesta ricca di valori oggi ai più sconosciuti. Con affetto e profonda tristezza abbraccio tutti voi.

– Costantino Astarita (primario unità operativa di Cardiologia Ospedali Riuniti Penisola Sorrentina)
Vi esprimo le mie più sentite condoglianze. Abbiamo fatto di tutto e quanto possibile. Un caro abbraccio.