Capri Watch - Fashion Accessories

Treni Eav tra Napoli e la costiera senza fermate intermedie, insorgono i sindaci dell’area vesuviana-stabiese

circumpresadassaltoa

“È con immane stupore che apprendiamo che questa estate la Circumvesuviana vuole cancellare Castellammare dalla propria linea. Una decisione che, se attuata, confermerebbe anche la cecità, la mediocrità e l’incapacità gestionale di una dirigenza che fa acqua da tutte le parti”. Il sindaco Gaetano Cimmino accoglie così la notizie dell’istituzione di treni per i bagnanti, che da Napoli si fermerebbero solo nelle località della costiera sorrentina.

“Eav – aggiunge il primo cittadino di Castellammare di Stabia – per ridurre i rischi di assembramenti ed evitare resse starebbe pensando di saltare completamente le fermate stabiesi nei fine settimana estivi. Non ci stupiamo che non abbiano pensato di partorire altro, Eav ha dimostrato più volte di non essere in grado di guardare al di là del proprio naso e di qualche orticello in penisola”.

Il piano al vaglio dei dirigenti della holding regionale dei trasporti prevede l’istituzione di fasce orarie. I treni tra le 7 e le 10 salterebbero 29 delle 35 fermate previste sulla linea Napoli-Sorrento. Per il resto della giornata i treni in arrivo da Napoli si fermerebbero alla stazione di Castellammare senza andare oltre.

Contro la decisione di Eav anche i sindaci di Torre del Greco e Torre Annunziata, mentre è favorevole quello di Ercolano.

“Coinvolgeremo anche tutti gli altri comuni – spiega il presidente dell’azienda, Umberto De Gregorio – nessuno sarà escluso ma ci muoviamo sulla base di una certezza, i treni da Napoli partono già pieni per Sorrento. Le persone scelgono in massa le mete della costiera e non le altre, per questo dobbiamo differenziare. Istituiremo poi treni che da Castellammare o Torre Annunziata porteranno verso Sorrento, ma non ci potranno più essere treni come prima”.