Security al porto, la Polizia: “Subito la gara”

crociere-sorrento

SORRENTO. La gara per affidare ad un soggetto esterno la security del porto di Marina Piccola deve essere fatta subito e non rimandata al 2017. E’ quanto richiesto dal dirigente del commissariato della Polizia di Stato di Sorrento, Donatella Grassi. Con una nota inviata al Comune il vice questore aggiunto ha invitato l’amministrazione ad “attuare una procedura d’urgenza affinchè il servizio venga espletato da idoneo personale, stante il chiaro parere negativo del superiore ministero a che esso venga svolto da personale della polizia municipale dipendente”.

Il problema è venuto a galla all’inizio del mese, quando il ministero dell’Interno, più esattamente il dirigente dell’ufficio per gli affari di Polizia Amministrativa e Sociale, Catrese De Rosa, ad un apposito quesito formulato dal sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, ha risposto negativamente circa lo svolgimento del servizio di vigilanza presso l’area portuale da parte dei vigili urbani in concomitanza con la presenza in rada di navi da crociera.

L’amministrazione riteneva, però, che il parere del ministero non fosse immediatamente vincolante e che quindi non sarebbe andato ad incidere già dalla stagione in corso sul Piano di sicurezza portuale denominato “Port Facility Security Plan” (PSP), approvato il 29 ottobre del 2014 dal ministero delle Infrastrutture e Trasporti – Capitaneria di Porto di Napoli il quale ha validità quinquennale e si attiva per l’intero arco delle ventiquattr’ore ogni qual volta si realizza l’interfaccia fra nave e porto, a tutela della sicurezza dei singoli e della collettività.

Dal Comune di Sorrento, infatti, ritenevano tardivo avviare nel pieno della stagione una procedura di gara ad evidenza pubblica al fine di individuare un soggetto esterno all’amministrazione comunale di Sorrento in grado di garantire il servizio. Per questo motivo era stato deciso che fino a quando non fosse salpata l’ultima nave da Marina Piccola – al momento la data prevista è quella del 4 novembre – sarebbero stati ancora gli agenti della Municipale, coordinati dal comandante Antonio Marcia e affidati ai responsabili della security portuale, gli ispettori Carmine Bucciero e Giovanni Bianco, a garantire la vigilanza nella zona del porto quando ci fossero stati natanti ancorati. Nel frattempo sarebbe stato avviato l’iter per il capitolato di appalto da attuare a partire dalla stagione 2017.

Ora, invece, la nota del responsabile del commissariato di Polizia di Sorrento impone di stringere i tempi. Per questo motivo il sindaco Giuseppe Cuomo ha richiesto alla Giunta di rettificare la precedente delibera prevedendo per l’affidamento della security portuale, una procedura d’urgenza, sempre nel rispetto dell’attuale Codice degli Appalti, “affinchè il servizio venga espletato da idoneo personale non dipendente della polizia municipale”.