Perillo: Sorrento capitale dell’accoglienza

antonello-perillo

SORRENTO. Si è parlato tanto della tradizionale ospitalità sorrentina durante la cena di gala organizzata dal Tennis Club Napoli nei saloni del circolo della villa comunale per la conclusione della Capri Watch Cup e per la consegna dei premi Città di Napoli che quest’anno sono andati al direttore de Il Mattino, Alessandro Barbano; al direttore de l’Espresso, Luigi Vicinanza; al Rettore dell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, Lucio d’Alessandro; allo scienziato e ideatore del Sabato delle Idee, Marco Salvatore; al Console Generale degli Stati Uniti a Napoli, Colombia Barrosse. Una cerimonia semplice ma significativa con le motivazioni dei singoli premi lette da Massimo Milone, direttore di Rai Vaticano.
Poi la cena con i tavoli dedicati a tutte le località più famose del turismo campano. E proprio pigliando spunto dalle gemme della costa campana Antonello Perillo, capo redattore del Tg3 Campania, ha tessuto le lodi di Sorrento, della sua capacità di fare turismo grazie soprattutto al naturale senso di ospitalità che hanno i sorrentini. Perillo, presente al convegno “Cultura e Territorio, organizzato da Simona Agnes, ha speso parole di apprezzamento per la straordinaria capacità di accoglienza messa in evidenza da Sorrento.
A fare gli onori di casa al Tennis Club Napoli il presidente del circolo Luca Serra, Simona Marzullo vicepresidente del comitato organizzatore, i consiglieri Marco Postiglione, Marco De Maria e Carolina Gargiulo.