Niente stipendi ai dipendenti della cooperativa, paga il Comune

comune-sorrento

SORRENTO. L’amministrazione comunale, nel 2013, ha affidato alcuni servizi alla cooperativa sociale Peter Pan. In particolare si tratta delle attività relative alla mensa ed a servizi socio-assistenziali. Lo scorso febbraio il contratto è scaduto, ma è stato provvisoriamente prolungato fino al 30 giugno. Nel frattempo, però, è emerso che la cooperativa non era più in regola con i contributi da versare all’Inps ed all’Inail.

Il dirigente del primo dipartimento del Comune di Sorrento, Antonino Giammarino, ha, quindi, sollecitato i vertici della Peter Pan a mettersi in regola entro 15 giorni, altrimenti gli uffici di piazza Sant’Antonino “avrebbero provveduto al pagamento diretto delle retribuzioni arretrate dei dipendenti”.

Lo scorso 17 maggio, quindi, la cooperativa ha annunciato “l’impossibilità di far fronte al pagamento delle retribuzioni arretrate e alle future retribuzioni maturande sino a giugno 2016 in favore dei suoi operatori”. L’amministrazione comunale di Sorrento ha così deciso di versare ai dipendenti della cooperativa gli stipendi spettanti per i mesi di gennaio, febbraio e marzo, per un totale di circa 70mila euro. Ora è stato sbloccato anche l’importo da corrispondere per il mese di aprile pari ad ulteriori 28mila euro.

Nel provvedimento viene, però, precisato che “il Comune provvede a pagare solo il netto dovuto e che ciò non comporta nessun rapporto tra il Comune stesso e gli operatori”.