Monte Faito, cento persone isolate da 10 giorni

frana-faito-33

VICO EQUENSE. La frana di lunedì della scorsa settimana ha imposto la chiusura di via Nuova Faito, unico collegamento tra la frazione e il centro di Vico Equense. Ed ora, nonostante pietre e terreno riversatisi lungo la carreggiata siano stati rimossi, ancora non si conoscono i tempi per la riapertura della strada. Una situazione che sta creando notevoli disagi per un centinaio di abitanti della zona montuosa tra i quali anche bambini costretti a rinunciare alle lezioni ed anziani bisognosi di assistenza medica.

I piccoli alunni che frequentano l’istituto comprensivo “Caulino” non possono raggiungere la scuola e quindi non riescono a seguire le lezioni. L’Eav aveva anche disposto la riapertura della funivia, ma i genitori non hanno lasciato che i figli raggiungessero Castellammare con l’impianto e che da lì fossero accompagnati a scuola con uno scuolabus del Comune. Si cerca una soluzione, tanto che il sindaco Andrea Buonocore sembra intenzionato a chiedere di distaccare una o più insegnanti al Faito.

Nel frattempo la zona continua ad essere isolata. La rimozione dei detriti dalla strada ha consentito l’apertura di un varco riservato ai mezzi di soccorso. Via Nuova Faito, però, resta off-limits per i residenti, tormentati dalla mancanza di assistenza medica e di generi di prima necessità. Solo qualche temerario, a suo rischio e pericolo, percorre l’arteria per raggiungere il centro di Vico Equense per fare rifornimento di cibo, medicinali e carburante.

Al momento, comunque, si registra solo un rimpallo di responsabilità tra enti, ma nessun indizio sulla data della possibile riapertura della strada.