Capri Watch fashion & Accessories

“Mare Sicuro 2018”, disposizioni per area stabiese-sorrentina

motovedetta-mare-sicuro

Con l’ingresso ufficiale dell’estate 2018 e l’avvio della stagione balneare, periodo in cui migliaia di cittadini si riversano sulle coste e nei nostri mari, la Guardia Costiera è chiamata ad intensificare il suo impegno operativo a favore degli utenti ed appassionati del mare, garantendo, attraverso una capillare presenza, sicurezza, legalità ed una serena fruizione del mare e delle attività ad esso legate.

In quest’ottica, il comandante della Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia – Capitano di Fregata Guglielmo Cassone -, ha ritenuto opportuno e collaborativo ricordare ai diversi “operatori del mare” le principali e basilari regole da rispettare per vivere “un’estate in sicurezza”, nonché garantire un sicuro ed ordinato svolgimento delle attività ludiche e produttive ad essa collegate.

L’obiettivo primario delle “linee guida” impartite dal comandante Cassone a tutti gli enti, imprenditori, amministrazioni civiche ed utenti del mare è quello di assicurare un servizio di vigilanza e controllo a beneficio di bagnanti, diportisti ed operatori commerciali, tale da tutelare la pubblica incolumità, scongiurando e prevenendo, laddove possibile, il verificarsi di spiacevoli episodi, troppo spesso frutto di condotte incautamente pericolose poste in essere in spregio delle norme in vigore, tra tutte quelle contemplate nell’ordinanza balneare nr. 23/2016 emessa proprio dal comandante Cassone all’atto del suo insediamento al vertice dell’Autorità Marittima di Castellammare di Stabia.

L’adempimento ai principali suggerimenti descritti dal comandante Guglielmo Cassone consentirà di monitorare il circondario stabiese e le coste della penisola sorrentina, ed in particolare, la fascia di mare e di litorale compresa tra il comune di Castellammare di Stabia e quello di Positano (escluso), mediante l’azione congiunta di pattuglie terrestri e marine dinamicamente coordinate dalla Sala Operativa della Guardia Costiera stabiese.

Il principale obiettivo del comandante della Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia è quello di predisporre un’adeguata azione preventiva che possa garantire tranquillità e sicurezza a tutti gli utenti del mare e delle spiagge, con impiego di uomini e mezzi, già ordinariamente impegnati nello svolgimento delle complesse e molteplici funzioni e compiti, che spaziano dalla salvaguardia della vita umana in mare, alla sicurezza della navigazione, dalla tutela dell’ambiente marino e costiero, ai controlli sulla pesca e sulla filiera ittica.

Ovviamente, il comandante Cassone, ha manifestato ampio e totale sostegno agli organi, alle società ed a tutti gli utenti del mare, mediante la capillare presenza di proprio personale militare già impegnato nell’operazione nazionale denominata “Mare Sicuro 2018” che, in sinergia e coordinamento con le altre istituzioni e realtà, a vario titolo, interessate/coinvolte, sarà strutturata in modo tale da prevedere, per quanto possibile, la presenza di personale dipendente nei periodi di maggior afflusso lungo le coste, con particolare attenzione ai siti ed alle località ove maggiore è l’affluenza turistico-balneare, garantendo al contempo una mirata azione informativa veicolata, di volta in volta, dai media locali, intesa a sensibilizzare la collettività sulle tematiche legate alla sicurezza balneare, con il fine ultimo di accrescere la cultura nautica di bagnanti e fruitori delle nostre coste e dei nostri mari.

Infatti, già da diversi mesi è stata messa in campo un’attività di prevenzione, informazione e sensibilizzazione di tutti i soggetti a diverso titolo interessati, con particolare attenzione ai giovani mediante l’organizzazione di giornate scolastiche che hanno, tra l’altro, affrontato il tema sull’educazione civica marinara.

È questa la chiave di lettura con cui deve essere vista l’ordinanza di sicurezza balneare n° 23/2016 tutt’ora in vigore, la quale prevede l’obbligo del servizio di salvataggio presso le strutture balneari e le spiagge libere, individua le dotazioni di sicurezza per gli stabilimenti balneari, disciplina la navigazione e la relativa distanza dalla costa, le zone di mare riservate alla balneazione, i corridoi di lancio, le norme sull’utilizzo degli acquascooter, dello sci nautico, ecc., affinché ogni attività possa sempre svolgersi nella massima sicurezza.

Al fine di agevolare gli “utilizzatori del mare” sono stati altresì trasmessi dei sintetici “consigli utili” rivolti ai sub, ai bagnanti ed ai diportisti, nei quali sono riassunti le principali azioni da porre in essere per non cadere in comuni errori che potrebbero rivelarsi fatali.

L’attività divulgativa, estesa anche a carattere nazionale, troverà ulteriore risonanza anche tramite la programmazione radiofonica di RTL 102.5 – Radio Guardia Costiera, la prima radio interamente dedicata agli utenti del mare, che nasce da un’ormai consolidata collaborazione tra l’emittente nazionale RTL 102.5 ed il Comando Generale delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera e che può essere ascoltata da smartphone, tablet, computer, sulla radio digitale, sul satellite e sui principali programmi social come Facebook, twitter ed Instagram.

Con l’occasione si ricorda all’utenza estiva, il Numero Blu 1530 per le emergenze in mare, completamente gratuito sull’intero territorio nazionale e che prevede lo smistamento, anche in caso di chiamate da utenze cellulari, direttamente alla centrale operativa della Guardia Costiera competente per territorio, nonché il sito internet della Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia www.guardiacostiera.gov.it/castellammaredistabia, ove poter consultare tutte le ordinanze di maggiore interesse.