Capri Watch, fashion accessories

In costiera sorrentina le migliori scuole della provincia di Napoli

studenti-generica

La Fondazione Agnelli ha pubblicato i nuovi dati relativi a Eduscopio, il report con le valutazioni delle scuole superiori italiane che meglio preparano all’università o al lavoro dopo il diploma.

Per quanto riguarda chi decide di proseguire gli studi, la classifica degli istituti viene calcolata in base all’indice Fga, un indicatore elaborato da Eduscopio che pesa al 50 per cento la velocità nel percorso di studi (percentuale di crediti universitari ottenuti) e la qualità negli apprendimenti universitari (media dei voti agli esami).

Per chi invece è interessato a conosce le possibilità di trovare impiego dopo il percorso delle scuole superiori, ecco l’indice di occupazione dei diplomati, ovvero la percentuale di studenti che hanno lavorato per più di sei mesi in due anni dalla maturità. Il portale, nato nel 2014 e gratuito, si propone di aiutare gli studenti nel momento della scelta della scuola dopo la terza media.

Noi abbiamo preso in considerazione solo gli istituti di Napoli e provincia (con un raggio di 30 km dal capoluogo) e sono lusinghieri i risultati ottenuti dalle scuole superiori della costiera sorrentina.

Per quanto riguarda la formazione in vista dell’università, tra i licei classici il Publio Virgilio Marone di Meta è sesto, mentre nel 2018 non era tra i primi 10. Il liceo scientifico Gaetano Salvemini di Sorrento è 4 nella graduatoria riservata a questo indirizzo di studi e perde un posto rispetto all’anno scorso.

I primi due posti per i licei linguistici sono della penisola sorrentina. In vetta c’è il Marone seguito a ruota dal Salvemini. Una curiosità: nel 2018 le stesse scuole occupavano i primi due posti ma con il Salvemini davanti al Marone.

Lo stesso liceo di Meta conferma rispetto al 2018 la quinta posizione tra i licei scienze umane. Per le scienze applicate, invece, il Salvemini scende dal terzo al quarto posto attuale. Passando poi agli istituti tecnici economici il polispecialistico San Paolo di Sorrento è al primo posto confermando il piazzamento dell’anno scorso.

Passando, poi, a valutare le scuole in base all’indice di occupazione degli studenti vediamo che, tra gli istituti tecnici economici il San Paolo perde la vetta della classifica occupata lo scorso anno fermandosi al secondo posto anche se la percentuale degli impiegati tra i diplomati è passata dal 50 al 53%.

Infine, tra gli istituti professionali per i servizi il De Gennaro di Vico Equense conferma il secondo posto del 2018, mentre il San Paolo scende dalla prima alla quinta posizione.