Capri Watch - Fashion Accessories

In costiera amalfitana la lotta alla plastica in mare si fa con droni e robot

litter-hunter

È stato presentato sulla spiaggia Fornillo di Positano, Litter Hunter, un sistema innovativo con drone aereo, robot marino e centrale operativa per la raccolta della plastica e della microplastica in mare. “Il motto principale del Parco dei Monti Lattari è questo: ambiente, ambiente, ambiente. Questo è il paradigma principale per la tutela del nostro territorio. L’accordo raggiunto tra distretto turistico della Costiera Amalfitana, Area marina protetta di Punta Campanella ed Ente Parco dei Monti Lattari è la testimonianza vivente che l’unione fa la forza”, ha sottolineato Tristano dello Ioio, presidente dell’Ente Parco Monti Lattari.

“In costiera amalfitana nasce un modello innovativo di sostenibilità al quale le aziende partecipano direttamente. Litter Hunter è una delle prime iniziative. In costiera ci sarà anche una app, già in parte attiva, per aiutare i turisti a fare correttamente la raccolta differenziata. Abbiamo delle azioni che sono state già intraprese negli alberghi per la riduzione della plastica e dunque l’utilizzo di borracce in alluminio per i nostri turisti e l’eliminazione completa della plastica del frigo bar. Nei mesi di agosto e settembre avremo continue azioni di pulizia del mare con la collaborazione di Miramare service di Positano che ci permetterà di continuare questa attività di pulizia su tutti i litorali della costiera amalfitana”, ha invece annunciato, Andrea Ferraioli, presidente del distretto turistico della Costiera Amalfitana,.

“Le aree marine protette sono un valore aggiunto per il territorio. Sono per il turismo, per la piccola pesca artigianale, per il diporto. Sono un modo per gestire la costa – ha dichiarato Antonino Miccio, direttore dell’Area marina protetta di Punta Campanella – le attività che esistono sulla costa e portano beneficio nel medio e lungo periodo”.

Ma come funziona Litter Hunter? Il sistema consente attraverso unità automatiche aeree di individuare la plastica in mare e con unità automatiche marine di recuperala. Litter Hunter con drone aereo e robot marino è dunque un sistema che individua anche microplastiche e recupera fino alla profondità di 60 centimetri dal pelo d’acqua. Il team che ha realizzato il progetto della Green Tech Solution startup campana ha competenze trasversali con laureati provenienti dall’Università “Federico II” di Napoli e da altri importanti atenei come la “Parthenope”.