Il crowdfunding per finanziare la mostra di Salvator Rosa al Correale

Museo_Correale_di_Terranova

SORRENTO. E’ in corso la campagna di crowdfunding organizzata da con-fine arte e cultura per finanziare la mostra dal titolo “Il Giovane Salvator Rosa. Gli inizi di un grande Maestro del ‘600 europeo”, che si terrà al Museo Correale di Sorrento dal 7 novembre 2015 al 31 gennaio 2016.

Per la prima volta in Italia, una mostra sarà finanziata attraverso una campagna di Crowdfunding, ovvero coinvolgendo tutti gli appassionati d’arte che con le loro donazioni online e con la loro partecipazione renderanno possibile questo evento.

In questo lavoro il team di con-fine sarà sostenuto dalla piattaforma Innamorati della cultura http://www.innamoratidellacultura.it/campaigns/giovane-salvator-rosa-gli-inizi-grande-maestro-600-europeo

Gli organizzatori spiegano il perché dell’adozione del crowdfunding per raccogliere i fondi necessari alla realizzazione della mostra: “In un epoca in cui le iniziative culturali faticano a trovare fonti di finanziamento, il crowdfunding può essere una notevole risorsa, permettendo agli operatori culturali di coinvolgere e mobilitare tutti coloro che amano l’arte e la cultura e che possono dare un loro, seppur piccolo, contributo economico alla realizzazione dei progetti”.

“E’ un primo esperimento verso la ricerca di fonti di finanziamento alternative – aggiunge Gino Fienga, direttore artistico di con-fine che ha ideato questa iniziativa – un canale che potrebbe dare una svolta alle produzioni culturali e nuovo slancio e un più ampio respiro al settore arte e beni culturali. Non è facile, ma bisogna provarci, perché il futuro della cultura è nelle nostre mani”.

Il crowdfunding è una forma di finanziamento dal basso che mobilita le persone: sulla piattaforma i donatori possono trovare il progetto e i diversi ‘premi’ che riceveranno in cambio della propria donazione, in proporzione alla cifra elargita.

Grande utilizzo dei social media che caratterizza sempre le iniziative di con-fine: verrà lanciato in rete l’hashtag #iostoconRosa e sulla pagina facebook “Mostre d’arte a Sorrento” verrà raccontato tutto l’evolversi della raccolta fondi. Ma non solo: verranno organizzati diversi incontri offline dove il team di con-fine incontrerà la gente, racconterà il progetto e chiederà di sostenerlo.

Per maggiori informazioni www.con-fine.com/salvatorrosa