Capri Watch fashion & Accessories

Il Covid nella campagna elettorale di Sorrento, i candidati sindaci chiedono moderazione

facciata-comune-sorrento

A Sorrento i candidati impegnati in campagna elettorale costretti a fare i conti con il Covid. Sono 190 su una popolazione di poco più di 16mila abitanti gli aspiranti consiglieri comunali. Decisamente molti, forse troppi perché il virus non entrasse nella competizione per aggiudicarsi gli scranni del Palazzo Municipale.

E così nei giorni scorsi due di loro, a distanza di poche ore, hanno annunciato il proprio contagio. Prima l’avvocato Antonio Maresca e poi il dottor Giuseppe Marzuillo hanno affidato ai propri profili social il messaggio per amici, parenti e sostenitori con il quale spiegavano di aver contratto il coronavirus, anche se per entrambi le condizioni di salute non preoccupano. Quanto accaduto loro, però, deve rappresentare un monito per tutti affinché la caccia al consenso non diventi un mezzo per la propagazione del contagio.

Sia Maresca che Marzuillo fanno parte della lista civica Energie per Sorrento che sostiene il candidato sindaco Marco Fiorentino, che è uno dei primi a chiedere moderazione. “Devo costatare con non poca preoccupazione che, nonostante l’emergenza sanitaria, in molti ancora scelgono di correre rischi altissimi per i cittadini di Sorrento e per se stessi – dichiara -. Voglio dirlo ancora una volta: non si può sottovalutare il numero di casi che registriamo per un voto in più. Io stesso, avendo avuto contatti con alcune persone poi risultate positive, ho effettuato un test sierologico, il cui esito è negativo. Ciononostante ho deciso di rispettare un periodo temporaneo di quarantena in attesa del risultato del tampone che effettuerò nelle prossime ore”.

Gli fa eco l’altro aspirante sindaco, Mario Gargiulo. “Ora c’è bisogno di precauzioni ancora più stringenti per chi, come noi, sta portando avanti la campagna elettorale – afferma -. Ho chiesto a tutta la mia squadra un forte senso di responsabilità. Ai candidati venuti a contatto con possibili positivi ho chiesto di provvedere immediatamente ad effettuare il test sierologico”.

Invito al senso di responsabilità condiviso anche da un altro candidato sindaco di Sorrento, Massimo Coppola: “Purtroppo viviamo una competizione elettorale condizionata dall’emergenza sanitaria in corso – evidenzia -. Bisogna mettere al primo posto la salute e porre in essere comportamenti responsabili anche nello svolgimento della campagna”.

Anche l’altro candidato ad indossare la fascia tricolore, Francesco Gargiulo, mette in guardia contro la sottovalutazione del rischio. “Il nostro schieramento – chiarisce – proprio a causa del Covid ha deciso di evitare la ricerca del consenso porta a porta allo scopo di non mettere a repentaglio la salute dei cittadini ed anche quella dei candidati stessi”.